Il Tirreno

Grosseto

Servizi di Polizia

Grosseto. Controlli nei locali: multe e accompagnamenti in questura, un decreto di allontanamento

Grosseto. Controlli nei locali: multe e accompagnamenti in questura, un decreto di allontanamento

Nel fine settimana identificate 295 persone e controllati 176 veicoli

28 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





GROSSETO. Prosegue l’attività di controllo del territorio da parte della polizia di Stato, che lo scorso fine settimana ha effettuato servizi ad “alto impatto” finalizzati a prevenire e contrastare la commissione di reati e situazioni di degrado urbano legate al fenomeno della “mala movida”.

Per l’attività di controllo sono state impiegate le pattuglie in servizio di volante, gli operatori appartenenti alla Divisione di polizia amministrativa della questura ed equipaggi del reparto Prevenzione crimine di Firenze, unità altamente specializzate inviate appositamente per rinforzare il servizio di controllo straordinario del territorio.

Ad essere interessate dai controlli sono state le aree urbane dove si concentrano i locali maggiormente frequentati dai giovani che talvolta assumono comportamenti antisociali proprio a causa dell’uso smodato di bevande alcoliche.

Sul fronte della movida giovanile è stata rivolta particolare attenzione al controllo di alcuni esercizi pubblici e dei suoi avventori, dove sono state effettuate verifiche di carattere amministrativo sul rispetto delle normative relative alla somministrazione di alimenti e al divieto di vendita di alcolici ai minorenni. Ulteriori controlli sono stati effettuati anche all’interno di alcune sale Videolottery e centri scommesse.

Nella circostanza sono state elevate due sanzioni amministrative e un uomo è stato accompagnato in questura perché destinatario di numerosi provvedimenti a suo carico, tra i quali il divieto di ritorno nel comune di Follonica.

Nell’ambito dei servizi, proseguiti fino a tarda notte, sono stati organizzati anche diversi posti di controllo nelle principali arterie stradali in ingresso e in uscita dalla città che hanno permesso di identificare complessivamente 295 persone e controllare 176 veicoli.

L’intensa azione di prevenzione ha permesso inoltre di individuare un cittadino di nazionalità tunisina privo di documenti di riconoscimento e di permesso di soggiorno che è stato subito accompagnato in questura e messo a disposizione del Gabinetto di polizia scientifica per accertamenti più approfonditi sulla sua identità. Una volta identificato, la posizione amministrativa dello straniero è stata vagliata dagli operatori dell’Immigrazione che, dopo averne accertato lo stato di irregolarità, hanno istruito le pratiche ai fini dell’espulsione dal territorio nazionale.

Al termine degli accertamenti, il questore di Grosseto ha dato esecuzione al provvedimento di espulsione disponendo per lo stesso l’immediato accompagnamento presso il Centro di permanenza per il rimpatrio di Ponte Galeria (Roma) da dove verrà definitivamente espulso verso il Paese di origine.

Un secondo straniero, fermato durante i controlli è risultato avere precedenti penali per la violazione della normativa in materia di sostanze stupefacenti e non più in possesso dei requisiti richiesti per risiedere in Italia, pertanto è stato emesso a suo carico un decreto di allontanamento dal territorio nazionale, con ordine di lasciare il Paese entro una settimana.

Primo piano
Tennis

Wimbledon, si infrange il sogno di Jasmine Paolini: «Sono triste, ma devo sorridere. È stata una bella giornata»

Sport