Il Tirreno

Il lutto

Cecina, addio a Nadia: muore a 74 anni storica parrucchiera

Nadia Macchioni, scomparsa a 74 anni
Nadia Macchioni, scomparsa a 74 anni

Aveva iniziato a lavorare da ragazzina, negli anni Sessanta, a Marina

10 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





CECINA. Ha lavorato fino all’ultimo nel suo negozio di viale della Repubblica Nadia Macchioni. Finché ha potuto non ha rinunciato a fare tagli, messe in piega e pettinare le sue numerose affezionate clienti. Poi, il peggioramento delle condizioni di salute che l’ha costretta a fermarsi, da qualche tempo non stava bene, e il decesso nella sua abitazione a Marina la sera dell’8 giugno, assistita dai suoi familiari, il marito Mario Tarchi (noto ex giocatore del Cecina e partecipante alla Targa) e la figlia Federica, che le sono rimasti vicino fino all’ultimo. Si è spenta all’età di 74 anni Nadia.

Passione e lavoro

Per lei fare la parrucchiera più che un mestiere era una passione. Aveva iniziato da ragazzina, negli anni Sessanta. Aveva 14 anni quando ha iniziato a maneggiare forbici, spazzole e bigodini facendone una professione. Amava il suo lavoro e per lei era importante fare belle tutte le sue clienti. Negli anni si era fatta un nome a Cecina come a Marina. Non mancavano le turiste che in estate varcavano la soglia del negozio "Nadia e Cinzia" sul viale della Repubblica, gestito con la collega Cinzia Cheli. Ancora in attività dopo 60 anni Nadia proveniva da una famiglia da sempre al commercio, figlia di Claro Macchioni, fondatore e storico proprietario di uno dei ristoranti più famosi della frazione ("Da Claro", alle Gorette). Una vita senza eccessi. Con le giornate scandite tra la famiglia e le ore dedicate al suo lavoro.

L'ultimo saluto

E un dolore difficile da gestire, la perdita nell’ottobre 2022 dell’altra figlia Francesca, a 51 anni per una malattia con cui aveva lottato per sette lunghi anni. Oggi – lunedì 10 giugno – alle ore 15 il funerale sarà celebrato nella chiesa a Marina di Cecina.

Primo piano
Il fenomeno

Boato sulla costa, l’ipotesi-bolide: i dati e la prima analisi su cosa ha spaventato mezza toscana

di Luca Centini