Il Tirreno

Versilia

Il lutto

Viareggio, muore a 41 anni: addio a Daniel, il dj che ha fatto ballare la Versilia

di Roy Lepore
Daniel è morto a 41 anni
Daniel è morto a 41 anni

Il ricordo degli amici e colleghi: organizzata una raccolta fondi per agevolare l'arrivo della famiglia dal Venezuela

15 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





VIAREGGIO. Era in compagnia di amici per festeggiare il compleanno di una ragazza a Camaiore: all’improvviso Daniel Eduardo Yndriago, conosciuto come Daniel Dj, venezuelano nato a Caracas 41 anni fa e trasferitosi a Viareggio dal 2004, ha accusato un malessere. Da quella sera, l’emorragia cerebrale che lo ha colpito ha impedito che l’uomo si riprendesse. Daniele è stato trasportato prima al Pronto soccorso dell’ospedale Versilia e subito dopo – vista la gravità delle condizioni – all’ospedale di Livorno. Dove è stato anche sottoposto ad intervento chirurgico. Non ce l’ha fatta però nonostante i medici che lo avevano in cura abbiano fatto di tutto per salvarlo. Mercoledì 15 maggio è deceduto e i familiari hanno autorizzato l’espianto degli organi.

Sogni e musica

«Daniel era arrivato a Viareggio giovane con tanta voglia di proporre la sua musica latino-americana che era la sua passione», racconta Mauro Salvetti, suo collega e conosciuto da tutti come Maurino dj. «Posso dire che è come se lo avessi adottato fin da subito: l’ho introdotto nell’ambiente dove poi, grazie alla sua bravura ha saputo farsi largo da solo. Era molto apprezzato professionalmente e tutti gli volevano bene. Non è retorica, ma era davvero un bravo. Ha lavorato in tanti locali, sia in Toscana, che in Liguria, oltre che in Versilia per proporre un genere di musica, come faccio io, molto apprezzata dagli appassionati. A Viareggio ha lavorato sia alla Capannina del Marco Polo che al Trocadero. Vogliamo cercare di organizzare una serata in suo ricordo con gli altri colleghi dj, alla Capannina».

Solidarietà per la famiglia

In questo momento, però, la priorità è un’altra: «Stiamo cercando di permettere alla mamma e alla sorella di venire a Viareggio dal Venezuela. Per questo abbiamo aperto una sottoscrizione che ha già visto l’adesione di tanti, a dimostrazione di quanti volessero bene a Daniel. Ogni piccolo gesto farà la differenza: qualsiasi sia la cifra che potete mettere non esitate a farlo». Per contribuire: Postepay: Iban: IT24Z3608105138249775349804. n. carta: 5333 1711 2113 9212 intestata a Francesca Villa VLLFNC72A68F205Q, causale “Per Daniel”. Se qualcuno preferisce contribuire in altro modo i referenti per la raccolta sono: Irene Gennari, Mauro Salvetti (Maurino dj) e Marcelo Fragan Cruz. Per la famiglia di Daniel dj è stata organizzata una raccolta fondi: venerdì sera al Trocadero e sabato alla Capannina.

I ricordi

Un altro amico e collega con il quale ha condiviso tante belle esperienze è stato Roberto Del Dotto, una delle voci storiche di Radio Babilonia: «Lo conoscevo da 20 anni e anch’io professionalmente faccio anche latino-americano. Quindi ci siamo trovati più volte a lavorare insieme. Quando ho saputo del malessere che aveva avuto ho tifato per lui, come tutti, affinché potesse recuperare. Invece non ce l’ha fatta. Se ne è andato un amico e un bravo dj». Sulla pagina Facebook di Daniel sono stati in molti a scrivere una frase per ricordarlo. «Tanti bei ricordi, tante risate e bevute ti ricordo sempre con il sorriso e gentile con tutti. Non ho parole rip», scrive Davide Belfiore. E tanti hanno aggiunto semplicemente «Ciao, Dany», oppure «Ciao, Daniel». Sono davvero tanti gli amici che il deejay scomparso prematuramente lascia, oltre ai familiari, e che vogliono organizzare un evento per ricordarlo come merita e come gli sarebbe certamente piaciuto, con la sua musica latino-americana che amava davvero e con la quale ha fatto ballare tanti appassionati di questo genere musicale.
 

Le ultime
La tragedia

Le regalano lo scooter per i 18 anni: ragazza si schianta e muore

Cinema in Toscana