Il Tirreno

Versilia

Solidarietà

Viareggio, al cinque stelle Principe di Piemonte 600 pranzi di Natale per le famiglie in difficoltà

Viareggio, al cinque stelle Principe di Piemonte 600 pranzi di Natale per le famiglie in difficoltà<br type="_moz" />

Il Gruppo Nesti contribuisce al Centro polifunzionale “Dopo di noi”

24 dicembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





VIAREGGIO.Grand Hotel Principe di Piemonte, solidarietà a cinque stelle: per Natale saranno distribuiti anche quest’anno quasi 600 pasti alle famiglie in difficoltà, 30 in più rispetto al 2022. E sulle tavole sarà un Natale a “due stelle” Michelin per tante famiglie versiliesi in difficoltà. Per il quinto anno consecutivo il Grand Hotel Principe di Piemonte di Viareggio è protagonista di un progetto di solidarietà, grazie alla volontà della proprietà, il Gruppo Nesti, che donerà quasi 600 pasti solidali.

Lo chef pluristellato, Giuseppe Mancino de “Il Piccolo Principe”, la mattina di Natale consegnerà 580 pasti (quindi 30 in più rispetto al 2022, segno purtroppo di un crescente bisogno) ad associazioni di volontariato che si faranno carico della distribuzione dei pacchi su tutto il territorio, in modo da assicurare una tempestiva consegna per il pranzo.

A coordinare la logistica Carlo Ambrosini, volontario della Caritas tra i più impegnati nell’attività costante di volontariato. Mentre il trasporto dei pasti nei punti di distribuzione sarà effettuato dalla Misericordia per il territorio di Camaiore e dalla Croce Verde per le altre zone. Uno sforzo ancora più importante, in questo 2023, visto che l’albergo avrà la brigata impegnata a pieno regime per il pranzo di Natale all’interno della struttura che rimane aperta per l’inverno.

Riguardo alla distribuzione dei pacchi, sarà così organizzata: 130 pasti sono destinati al comune di Camaiore, 100 a Forte dei Marmi, Seravezza e Stazzema, 77 a Massarosa e 273 a Viareggio (compresi i 25 pasti per l’Istituto De Sortis del Varignano, e i 50 per la mensa dei poveri, a Viareggio grazie ai frati della chiesa di Sant’Antonio).

Ma non è l’unica iniziativa sul fronte della solidarietà, dopo la mattinata davvero speciale trascorsa dai ragazzi di Aipd Versilia. La proprietà del Grand hotel Principe di Piemonte ha infatti voluto manifestare la propria vicinanza alle attività dell’Associazione italiana persone down, regalando una colazione nello scenografico salone delle feste. Colazioni, quelle del Principe di Piemonte, aperta anche a chi non è ospite della struttura e che sono diventate un vero punto di forza del rapporto tra il prestigioso hotel e la città.

I ragazzi, accompagnati dalla presidente Angela Bertacchi e dalle operatrici della associazione, sono stati accolti dal personale e dallo chef pluristellato Giuseppe Mancino, in un clima di festa e divertimento. E sono stati proprio loro a consegnare al direttore del Grand Hotel, Max Venturelli, alcuni disegni ispirati al mare che saranno riprodotti sulle pennellature esterne del cantiere allestito al vicino hotel Excelsior, in ristrutturazione. Un passaggio significativo dell’incontro.

Sensibile alle problematiche di Aipd Versilia, che è impegnata – da tempo – nella realizzazione del Centro polifunzionale “Dopo di noi”, che vedrà la luce sul terreno adiacente la sede della Misericordia di Lido di Camaiore (il cantiere al momento è fermo per mancanza di risorse), il Gruppo Nesti ha garantito un sostegno triennale per la costruzione della nuova struttura sociale. Un gesto che vuole rappresentare anche uno stimolo per gli imprenditori locali, affinché il progetto del Centro polifunzionale possa velocemente riprendere e trovare una sua conclusione. In modo da assicurare serenità alle famiglie dei giovani adulti Down che sempre di più si fanno largo nel mondo, rivendicando a pieno diritto una vita il più possibile autonoma. Anche quest’anno Aipd ha prodotto il proprio calendario, acquistabile contattando l’associazione tramite il sito Aipd.

Primo piano
Esteri

Il presidente Usa Joe Biden: «Mi ritiro dalla corsa alla Casa Bianca». L’endorsement a Kamala Harris

Sport