Il Tirreno

**Palermo: sindaco, 'Non siamo il Bronx, sicurezza 100 non esiste ma moltiplicheremo sforzi'**

28 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Palermo, 28 giu. (Adnkronos) - "Purtroppo, la sicurezza 100 non esiste. E' chiaro che dobbiamo moltiplicare gli sforzi, attraverso il controllo fisico del territorio e attraverso il telecontrollo. Stiamo moltiplicando gli sforzi per aumentare le telecamere presenti sul territorio per collegare le telecamere degli esercizi commerciali con quelle delle forze dell'ordine, ma è chiaro che c'è un trend che guarda più verso la sicurezza piuttosto che fare temere il dilagare della insicurezza. Naturalmente, alcuni fenomeni succedono, però rilevo solo una cosa: tutti gli atti di violenza commessi a Palermo sono stati seguiti dalle individuazioni dei responsabili. Credo che questo sia una ulteriore garanzia per cittadini". Lo ha detto il sindaco di Palermo, Roberto Lagalla dopo l'episodio di aggressione nei confronti di un giovane avvocato, pestato da un gruppo di giovani, davanti al teatro Massimo, in pieno centro, dopo essere stati redarguiti per il furto di un monopattino. "C'è anche un problema lessicale - dice il sindaco - quando si dice 'tutti questi eventi che accadono a Palermo' sembra che questa città sia diventata il Bronx, ma così non è. Lo dicono le statistiche. Palermo è solo 27esima nella graduatoria nazionale, preceduta pressoché da quasi tutte le città metropolitane di Palermo, molto è stato fatto grazie alle sinergie istituzionali nel Comitato per l'Ordine e la Sicurezza pubblica sia per calmierare la movida. Non mi pare che ci siano più sui giornali quelle esplosioni di notizie che leggevamo spesso e che venivano spesso enfatizzate rispetto ai fatti. Ma è giusto, come dice il Prefetto, essere sempre all'erta", conclude il sindaco.
Primo piano
Tennis: l’intervista

I toscani verso le Olimpiadi, parla Paolo Bertolucci: «Lorenzo Musetti la mina vagante, Jasmine Paolini è da medaglia»

di Vezio Trifoni