Il Tirreno

**Cinema: addio a Richard Sherman, leggenda Disney da Oscar per musiche Mary Poppins**

26 maggio 2024
5 MINUTI DI LETTURA





Los Angeles, 26 mag. - (Adnkronos) - Il musicista statunitense Richard M. Sherman, compositore e paroliere di straordinarie musiche e canzoni per classici film Disney come "Il libro della giungla", "La spada nella roccia", "Gli Aristogatti" e ''Mary Poppins'', è morto sabato 25 maggio al Cedars-Sinai Medical Center di Beverly ills a Los Angeles all'età di 95 anni. L'annuncio della scomparsa, "a causa di una malattia legata all'età", è stato dato dalla Disney, con cui Richard insieme al fratello Robert (1925-2012) ha collaborato a lungo diventando una coppia leggendaria delle colonne sonore. I fratelli Sherman, assunti direttamente da Walt Disney, hanno collaborato alla creazione di celeberrimi brani musicali e canzoni, tra le quali ''Supercalifragilistichespiralidoso'' e ''Cam caminì spazzacamin'' interpretati da Julie Andrews in ''Mary Poppins'' (1964), con cui vinsero un doppio Oscar per la migliore colonna sonora e la miglior canzone. Insieme anno firmato tanti dei brani che hanno fatto la storia della celebre casa cinematografica Disney, tra i quali "Voglio essere come te" (in "Il libro della giungla", 1967) e "Tutti quanti voglion fare il jazz" (in "Gli Aristogatti", 1970). Hanno ottenuto anche quattro nomination agli Academy Awards per "Chitty Chitty Bang Bang" (1969), "Pomi d'ottone e manici di scopa" (1972), "Tom Sawyer" (1974) e "La scarpetta e la rosa" (1978). Membri della Songwriters Hall of Fame e insigniti della National Medal of Honor dall'allora presidente degli Stati Uniti G. W. Bush, Richard e suo fratello maggiore Robert hanno scritto circa 1.000 canzoni e musiche per 50 film, e sono stati responsabili di più canzoni di musical cinematografici di chiunque altro nella storia. Gli Sherman sono stati anche coautori di "It's a Small World (After All)" - considerata una delle canzoni Disneey più eseguite di sempre - e di "You're Sixteen", una hit di Ringo Starr. Nel corso della loro carriera hanno ottenuto anche tre Grammy Award e 24 dischi d'oro e di platino per altrettante canzoni tratte dai film da loro musicati. La coppia di compositori statunitensi iniziò a lavorare per la Disney alla fine degli anni Cinquanta, firmando la prima colonna sonora di grande successo per ''I figli del capitano Grant'' (1962). Richard e Robert Sherman hanno scritto poi le musiche e le canzoni per numerosi film diventati classici come ''La spada nella roccia'' (1963), ''Fbi operazione gatto'' (1965), ''Winnie Pooh'' (1966) e ''La più bella avventura di Lassie'' (1979). Nel 1995 hanno scritto per Broadway il musical "Busker Alley", per poi tornare a collaborare con Disney, componendo anche le musiche di "T come Tigro... e tutti gli amici di Winnie the Pooh" (2000). Ai fratelli Sherman si devono le musiche di "Il cowboy con il velo da sposa" (1961), "Magia d'estate" (1963), "Il più felice dei miliardari" (1967), "Pazza banda di famiglia" (1968), "Snoopy cane contestatore" (1972), "La meravigliosa, stupenda storia di Carlotta e del porcellino Wilbur" (1973), "Huckleberry Finn" (1974), "Il compleanno di Ih-Oh", (1983), "Piccolo Nemo - Avventure nel mondo dei sogni" (1992), "Winnie the Pooh: Tempo di regali" (1999). Richard Sherman era nato a New York il 12 giugno 1928, 30 mesi dopo suo fratello Robert. La madre era un'attrice di Broadway e il padre era il compositore a cui si deve la canzone "Potatoes Are Cheaper, Tomatoes Are Cheaper, Now's the Time to Fall in Love". I due fratelli iniziarono a scrivere canzoni agli inizi degli anni '50 sfidati dal padre: la loro prima canzone fu "Gold Can Buy You Anything But Love" fu registrata nel 1951 dal cowboy canterino Gene Autry. Nel 1958 ottennero il loro primo successo nella top 10 con "Tall Paul", che conquistò anche Walt Disney che diede ai fratelli diversi incarichi, poi offrì loro un lavoro come autori di canzoni per i suoi film. Sono stati nominati Leggende Disney nel 1990. Recentemente, Richard Sherman ha scritto una canzone con il compositore Fabrizio Mancinelli per il cortometraggio animato di Andreas Deja "Mushka" (2023). "Mushka's Lullabye" è stata interpretata dal soprano Holly Sedillos. In un lungo comunicato, Disney ricorda che Richard Sherman è stato "uno dei più prolifici compositori-parolieri nella storia dell'intrattenimento per famiglie e membro chiave della cerchia di talenti creativi di Walt Disney. Generazioni di spettatori e ospiti dei parchi a tema sono stati introdotti al mondo Disney grazie alle magnifiche e intramontabili canzoni dei fratelli Sherman. Ancora oggi, il lavoro del duo rimane la quintessenza della voce musicale di Walt Disney". "Richard Sherman è stato l'incarnazione di ciò che significa essere una Leggenda Disney, creando insieme a suo fratello Robert gli amati classici che sono diventati parte integrante della colonna sonora delle nostre vite", ha dichiarato Bob Iger, Ceo di The Walt Disney Company. "La musica dei fratelli Sherman ha catturato il cuore di generazioni di spettatori. Siamo per sempre grati per il segno che Richard ha lasciato nel mondo e porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla sua famiglia”. Pete Docter, Chief Creative Officer dei Pixar Animation Studios, ha dichiarato: "Non si ottengono canzoni come 'Un poco di zucchero' senza un genuino amore per la vita, che Richard ha trasmesso a tutti coloro che hanno avuto la fortuna di stargli vicino. Anche a novant'anni aveva più energia ed entusiasmo di chiunque altro, e mi sono sempre sentito rinnovato dalla contagiosa gioia di vivere di Richard". "I fratelli Sherman erano degli ottimisti di professione che hanno trovato un mecenate perfetto in Walt Disney. Le loro canzoni avevano una visione ottimistica che si riversava nella vita di Richard, che non era priva di problemi e sfide - ha dichiarato Leonard Maltin, storico del cinema - Era particolarmente orgoglioso del fatto che lui e suo fratello avessero intrapreso la carriera di cantautori come il padre, che li aveva incoraggiati fin dall'inizio". (di Paolo Martini)
Primo piano
L’analisi

Astensionismo in Toscana, da Berlinguer a Vannacci perché alle Europee si vota sempre meno

di Libero Red Dolce e Federica Scintu