Il Tirreno

Daily Crown: l'esperto, 'Carlo e William in lotta per il futuro della monarchia'

29 novembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Londra, 29 nov. (Adnkronos) - Il principe di Galles è in competizione con re Carlo per il controllo della famiglia reale. Lo sostiene l'esperto reale e giornalista Omid Scobie in 'Endgame', il suo nuovo libro uscito ieri in Gran Bretagna, nel quale William è ritratto come un principe freddo, ambizioso e irascibile, che attende con impazienza il proprio turno sul trono. Citando conversazioni e interviste con addetti ai lavori di Buckingham Palace, l'autore suggerisce che il futuro sovrano britannico sia determinato a portare la famiglia reale nel 21° secolo, stracciando le regole secolari dell'istituzione e facendo le cose "alla maniera di Cambridge". "Non sta concedendo a suo padre lo stesso spazio che Charles ha concesso alla regina", scrive Scobie, secondo cui, fra padre e figlio è in atto una spaccatura, anche se, pur avendo idee diverse su come dovrebbe essere gestita la famiglia, sono accomunati da un senso di frustrazione nei confronti del principe Harry. "Contrariamente a quanto si crede - afferma l'esperto reale - Charles guida con la testa e il cuore. Mentre William è più freddo sotto questo aspetto. Vuole solo portare a termine il lavoro e non ha problemi a fare prigionieri lungo la strada". Il giornalista britannico descrive i loro uffici a Kensington Palace e Buckingham Palace come "alveari di agende concorrenti" con "idee diverse su come modernizzare" la monarchia. Anche se William "rispetta suo padre, le loro opinioni e le loro prospettive sono molto diverse, e prevedo che questo diventerà un problema negli anni a venire". Ad esempio, Scobie sostiene che Charles era "seccato" dopo che il principe William nel 2020 lanciò l’Earthshot Prize – un’iniziativa globale volta ad affrontare la crisi climatica – senza fare riferimento a suo padre o attribuirgli credito in alcun modo. Mentre Charles "aveva sperato che William volesse coinvolgere suo padre o almeno accreditargli il merito di averlo ispirato ad assumere questo ruolo, ma invece era come se l'ambientalismo di Charles nemmeno esistesse".
Primo piano
Economia

Logistica, 100 posti di lavoro nel maxi-polo di Perignano: chi investe e le ricadute economiche

di Francesco Turchi
Le nostre iniziative