Al via il DragonBoat Festival contro cancro seno e malattie cardiovascolari

16 settembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Roma, 16 set. (Adnkronos Salute) - Gran successo di pubblico oggi a Trevignano Romano per il primo appuntamento della seconda edizione del CardioBreast DragonBoat Festival, la kermesse che vuole sensibilizzare sull’importanza della prevenzione cardiovascolare, degli screening mammografici e sul praticare un’attività sportiva come il Dragon Boat per le donne operate di tumore al seno. La manifestazione, promossa dall’Inrc Istituto nazionale di ricerche cardiovascolari e dalla Federazione italiana Dragon Boat, grazie al supporto di associazioni di pazienti oncologici e cardiologici e al contributo non condizionato di Daiichi Sankyo Italia, farà anche tappa a Peschiera del Garda (Verona) il 23 settembre, a Collesalvetti (Livorno) l’8 ottobre per poi terminare a Bari il 14 ottobre. Le delegazioni di tre Associazioni di pagaiatrici in Rosa, Donna Più Lilt Latina, Abbracciorosa Roma Eur e Andos Civitavecchia, hanno solcato il lago sul loro dragone al ritmo del tamburino per culminare, proprio davanti al pontile, nella cerimonia dei fiori in ricordo delle sorelle che non ci sono più. "Un grazie particolare - ha detto Francesco Fedele, presidente dell’Istituto nazionale per le ricerche cardiovascolari - va a queste donne perché pagaiando, trascinano anche la sensibilità per l'apparato cardiovascolare". Durante la manifestazione due truck erano a disposizione dei cittadini per controlli e screening: uno per le patologie cardiovascolari, inviato dall’Inrc e l’altro per gli screening mammografici della Asl Rm 4. “La prevenzione è un investimento per la vita – ha ricordato Simona Ursino, direttrice Asl Rm 4 - Fare attività fisica insieme ad altre persone, condividendo le stesse esperienze e promuovere corretti stili di vita, è un investimento per il futuro. Su questo fronte il Sistema sanitario nazionale si sta impegnando molto”. La prevenzione “è importante nel ridurre il rischio di sviluppare una neoplasia - ha sottolineato Ilaria Portarena, medico oncologo del Policlinico Tor Vergata di Roma – così come fare attenzione alla dieta e praticare attività fisica devono accompagnarci durante tutta la vita". Nel caso delle donne operate di tumore al seno "il connubio tra un corretto stile di vita e le cure oncologiche migliora la sopravvivenza". “Siamo qui insieme e unite con l’obiettivo di trasmettere la cultura di fare prevenzione", ha aggiunto Annamaria De Cave, coordinatrice nazionale Dragon Boat Lilt (Lega italiana lotta ai tumori). Plauso all’iniziativa anche dalla sindaca di Trevignano Romano, Claudia Maciucchi: “Siamo soddisfatti perché la prevenzione è fondamentale per una diagnosi precoce di tantissime malattie, soprattutto cardiovascolari. Ringrazio il professor Fedele e l’azienda sanitaria locale Rm 4 che in questo territorio sta dando veramente tanto”.
Primo piano
La decisione

Pisa, annullato lo show delle “Frecce Tricolori”