Il Tirreno

Ucraina: Tokyo sanziona altri 24 individui e 78 società russe

26 maggio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Tokyo, 26 mag. (Adnkronos) - il governo del Giappone ha deciso di estendere le sanzioni anti-russe a causa della guerra in Ucraina, inserendo nella lista nera 24 persone e 78 società. Lo ha reso noto il ministero degli Esteri giapponese, precisando che tra le 24 persone, i cui beni devono essere congelati se trovati sul territorio del Giappone, ci sono la giornalista Olga Skabeyeva, il comandante del battaglione Sparta Artyom Zhoga e il direttore generale di Almaz-Antey Concern Yan Novikov, oltre che il comandante delle truppe aviotrasportate, il colonnello generale Mikhail Teplinsky e il comandante delle truppe missilistiche strategiche russe, il colonnello generale Sergey Karakayev. Sono state inoltre imposte sanzioni individuali a una serie di funzionari governativi e pubblici ministeri delle repubbliche popolari di Donetsk e Lugansk (DPR e LPR) e delle regioni di Zaporozhzhia e Kherson. Tra le aziende colpite dalle sanzioni ci sono il Centro di ricerca statale russo SCRI Electropribor, il produttore di droni ENICS, l'Istituto centrale di ricerca Burevestnik, l'Istituto centrale di ricerca e sviluppo Tsiklon, Elektronstandart, Ural Works of Civil Aviation e altre imprese. Inoltre, il Giappone sta imponendo restrizioni all'esportazione a 80 società russe. Tra le aziende colpite dalle sanzioni ci sono l'operatore di telefonia mobile russo MegaFon, il Servizio federale di cooperazione tecnico-militare, la Fondazione russa per progetti di ricerca avanzata nell'industria della difesa, l'ufficio di progettazione NPO Lavochkin, il produttore di camion Kamaz, la Fondazione Skolkovo e l'Istituto Skolkovo di Scienza e Tecnologia. Complessivamente, 437 aziende e organizzazioni russe sono ora soggette a restrizioni all'esportazione nel Paese. Le sanzioni anti-russe del Giappone colpiscono ora circa 1.000 persone e circa 100 organizzazioni russe. Il paese ha congelato i beni di Otkrytiye bank, Novikombank, Sovkombank, VTB bank, Rossiya bank, Promsvyazbank e VEB.RF.
Primo piano
Bolkestein

Concessioni balneari, la Toscana “brucia” Roma: c’è l’indennizzo per chi perde l’asta. Chi esulta e chi è perplesso

di Mario Neri