Il Tirreno

Toscana

A tavola

Pasqua, pranzo senza pensieri: i quattro consigli base per evitare brutte sorprese

Pasqua, pranzo senza pensieri: i quattro consigli base per evitare brutte sorprese

C’è anche un punto dedicato agli animali domestici: i suggerimenti a cura del dottor Stefano Palomba dell’Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana

30 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Tutti a tavola. Coi parenti, con i propri cari, con gli amici. Pasqua è un’ottima scusa per ritrovarsi e condividere un momento di spensieratezza insieme. Ed è anche l’occasione giusta per sgarrare a livello alimentare, concedersi una portata in più, un dolce e qualche bicchiere di vino. Ma attenzione, perché se è vero che il cibo fa godere, è altrettanto vero che può trasformare la festa in un momento spiacevole. Ci sono delle regole da osservare per evitare che la “tavolata” gioiosa non si trasformi in una giornata da incubo. Come mangiare in totale sicurezza? Semplice. Attraverso quattro consigli per gustarsi il pranzo di Pasqua senza il rischio di ritrovarsi con malesseri e malori causati dagli alimenti sulla tavola. E c’è anche un consiglio per gli animali domestici. A fornire le linee guida per un pranzo pasquale in totale serenità è il dottor Stefano Palomba, commissario straordinario dell’Istituto Zooprofilattico del Lazio e della Toscana. 

Sicurezza alimentare

«In questo periodo di festa, – spiega il dottor Palomba –, dobbiamo impegnarci nel promuovere la cultura della sicurezza alimentare assistendo i consumatori con semplici consigli per assicurare a se stessi e ai propri cari una Pasqua all'insegna della salute». 

I consigli

«Nella tradizione e nella convivialità è importante adottare comportamenti responsabili – prosegue Stefano Palomba – per prevenire rischi per la nostra salute». Ecco quattro consigli per la nostra salute.

  • Assicurarsi che alimenti come uova di cioccolato e colombe pasquali siano conservati in luoghi freschi e asciutti, lontani da fonti di calore, per evitare il deterioramento. 
  • Prestate particolare attenzione alla cottura delle carni, in particolare agnello e pesce, che devono raggiungere la temperatura interna adeguata a eliminare potenziali rischi microbiologici.
  •  Attenzione alle uova, che rappresentano un alimento centrale nelle ricette pasquali. È fondamentale verificare la loro freschezza e cuocerle completamente prima del consumo, soprattutto se servite a bambini, anziani, o persone con sistema immunitario compromesso.
  •  Per la salute degli amici animali domestici è opportuno ricordare che molti alimenti tipici pasquali, come cioccolato e dolci contenenti bromelina e xilitolo, sono tossici per cani e gatti. 
Primo piano
La tragedia

Tamponamento sulla A22, muore camionista di Pisa di 25 anni: lascia una bambina piccola