Il Tirreno

Toscana

Maltempo

Meteo in Toscana, arrivano vento, temporali e neve in montagna: l’allerta, le zone a rischio e le previsioni

di Tommaso Silvi
Meteo in Toscana, arrivano vento, temporali e neve in montagna: l’allerta, le zone a rischio e le previsioni

Il punto della situazione a cura della Protezione civile e del Consorzio Lamma: le vette torneranno a coprirsi di bianco

22 febbraio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





In Toscana arriva l’allerta per pioggia, vento e mareggiate. E tornerà anche la neve in montagna. Di seguito l’allarme di criticità della Regione e le previsioni del Consorzio Lamma. 

L’allerta

Ecco la spiegazione della Protezione civile. «Una perturbazione in avvicinamento verso la Toscana, con correnti d’aria miti e umide, porterà in quasi tutta la regione, ad eccezione dell’area centrale lungo l’asta dell’Arno, condizioni di maltempo con pioggia, vento e mareggiate. Per questo la sala operativa della Protezione civile regionale ha emesso un bollettino di criticità gialla che, fin dalle 15 di giovedì 22 febbraio interesserà per vento forte i crinali appenninici della Romagna toscana e della Valtiberina, per poi estendersi, dalla mezzanotte e fino alle 18 di venerdì 23, alla Toscana centro-meridionale e all’arcipelago. Piogge intense da venerdì 23 febbraio dapprima sulle zone occidentali e poi sui bacini di Reno, Ombrone pistoiese e Mugello: il codice giallo per rischio idrogeologico e idraulico del reticolo minore sarà in vigore dalle 6 fino alle 18 di venerdì 23. Codice giallo anche per mareggiate, su arcipelago e costa centro-settentrionale, dalle 12 fino alla mezzanotte di venerdì 23 febbraio».

La previsione

Ecco il punto della situazione a cura del Consorzio Lamma, che ogni giorno monitora l’evoluzione meteorologica sulla Toscana per conto della Regione. «Il corpo più consistente della perturbazione in arrivo dall’Atlantico si affaccerà sulla Toscana tra giovedì 22 e soprattutto venerdì 23 febbraio. Attese precipitazioni nel pomeriggio e nella sera di giovedì 22 febbraio nel nord ovest della Toscana, Lunigiana, Garfagnana e Apuane, accompagnate da venti di scirocco o ostro, con mari mossi e molto mossi in serata. Le temperature comunque non saranno particolarmente fresche, con massime attorno ai 15 18 gradi nelle zone di pianure». Il Lamma prosegue: «Venerdì 23 febbraio ecco l’ingresso vero e proprio della perturbazione, già dal mattino, quando ci saranno anche dei temporali nelle aree occidentali della regione. In questo frangente la neve non arriverà neppure sulle vette appenniniche considerate le alte temperature. Venti forti dai quadranti meridionali e mari molto mossi. Nel pomeriggio di venerdì la perturbazione si estenderà al resto della Toscana, accompagnata da piogge diffuse. E arriverà la neve, fino a 1.200 metri in serata. Forti venti di libeccio, mari molto mossi. Calo contenuto delle temperature, fino a 12-15 gradi nelle zone di pianura».

Primo piano
Maltempo

Meteo in Toscana, neve record fino in collina e 25 aprile col cappotto: le previsioni. Valanghe: scatta l’allerta

di Tommaso Silvi