Il Tirreno

agenzia formativa aforisma 

Un corso per valorizzare la ricchezza della propria voce

Un corso per valorizzare la ricchezza della propria voce

È un percorso molto utile per insegnanti delle scuole, educatori di comunità e docenti universitari. Il 18 maggio la presentazione

29 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





pisa. Riparte in presenza, nell'ex convento dei Cappuccini a Pisa, il corso di formazione sulla voce “W voce!” a cura dell’agenzia formativa Aforisma. Il corso è rivolto a chiunque voglia scoprire le potenzialità e la ricchezza della propria voce e migliorare la propria capacità di lettura, mettendosi in gioco in un contesto di gruppo. Questo percorso formativo è molto utile per insegnanti delle scuole primarie e secondarie, per i docenti universitari, per educatori di comunità, bibliotecari e, più in generale, per chi lavora a contatto con il pubblico usando la voce quotidianamente.

«“W voce!” è un percorso di esplorazione della voce – dichiara la docente del progetto Giulia Solano, attrice e formatrice teatrale – attraverso lo strumento della lettura ad alta voce, per scoprirne e approfondirne le potenzialità e per imparare a utilizzarla al meglio nel proprio contesto lavorativo, o in qualsiasi situazione di public speaking. La lettura ad alta voce sviluppa e fa emergere capacità e competenze di cui spesso non si è consapevoli, attraverso una vera e propria educazione all'ascolto di sé e degli altri; inoltre fa riscoprire un aspetto ludico della lettura che ha effetto positivo sul generale benessere psico-fisico. La metodologia di insegnamento utilizzata è di tipo maieutico e non frontale: prevede attività in cerchio di confronto e di gioco, l'esplorazione del respiro e dell'apparato fonatorio attraverso tecniche di respirazione e rilassamento».

L'iniziativa sarà presentata martedì 18 maggio, alle 18, nel giardino dell'ex convento dei Cappuccini, in via dei Cappuccini 2/B. Per informazioni e iscrizioni: formazionevivavoce@gmail.com, oppure 3381169298. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Scuola

Maturità, le tracce della prima prova: Ungaretti, Pirandello, l’atomica e i social