Il Tirreno

Sport

Tennis

Medvedev nuovo re di Roma

Daniil Medvedev con la coppa degli Internazionali d’Italia dopo il successo su Rune (a destra)
Daniil Medvedev con la coppa degli Internazionali d’Italia dopo il successo su Rune (a destra)

Il russo ha battuto in due set il giovane Rune: «Sorpreso del successo sulla terra». Prima della finale premio alla leggenda Navratilova: «La malattia? Ora sto bene»

22 maggio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





ROMA.  Daniil Medvedev ha vinto il titolo degli Internazionali d’Italia di tennis, sulla terra rossa di Roma. Il tennista russo, numero 3 del mondo, ha battuto in finale il giovane danese Holger Rune, numero 7 Atp, col punteggio di 7-5, 7-5 in 1 ora e 42 minuti. Il match è iniziato in ritardo a causa della pioggia. Per Medvedev è il quinto successo stagionale, primo successo in carriera sulla terra rossa. Da oggi Medvedev sarà il nuovo numero 2 scavalcando Novak Djokovic. Il campione russo grazie a una maggiore percentuale di prime palle e meno errori gratuiti ha avuto la meglio, chiudendo la sfida dopo il rinvio per la pioggia, in un’ora e 41 minuti. Per Medvedev è il primo trionfo all’Open d’Italia.

La partita

Il russo parte bene, in una gara, equilibrata nelle prime battute, ma si aggiudica il primo set 7-5 in 47 minuti, strappando il servizio a Rune alla prima chance. Rune une inizia a spingere a inizio secondo set e prova a reagire, sembra poter allungare ma commette tre errori gratuiti e consente al russo di recuperare e allungare nuovamente. Quando sembra quasi chiusa, il danese ha un ultimo sussulto ma alla fine deve cedere di nuovo il servizio e perdere anche il secondo 7-5. «Ho sempre provato a fare del mio meglio nella mia carriera – ammette il russo – ma sono sorpreso e felice perché ho vinto un torneo sulla terra, una superficie che ho sempre odiato. Faccio i miei complimenti a Rune perché ha giocato una gran partita – conclude -. Io sono arrivato a Roma con ottime sensazioni e sentendomi stranamente in gran forma. Sono estremamente felice per quello che sono riuscito a fare oggi».

Il premio a Navratilova

Emozionante anteprima della finale maschile. Prima del match c’è stata la premiazione di Martina Navratilova con la racchetta d’oro alla carriera. La grande campionessa americana ha ricevuto il premio sul campo Centrale dalle mani di Nicola Pietrangeli e ha ringraziato gli organizzatori e il pubblico con un commovente discorso letto in italiano. «Come sapete l’ultimo anno per me è stato difficile, ma ora sto bene», ha esordito la leggendaria ex numero 1 che non ha mai vinto a Roma ma dove ha giocato una serie di storiche finali contro la sua rivale di sempre Chris Evert. Nel suo toccante discorso, Navratilova ha parlato del suo grande amore per il tennis con una serie di messaggi anche per le giovani generazioni di tenniste. «Sono grata per mille ragioni di essere qui, ho giocato il primo torneo a Roma nel 1973, ho sempre amato l’Italia. Il tennis è una scuola di vita, insegna pazienza, perseveranza, a essere giusti, umili e continuare a lottare. Nessun giocatore è stato più grande dello sport e sarà sempre così».

Il bilancio

L’80esima edizione degli Internazionali ha registrato grandi risultati, non solamente sportivi: dai 235. 469 biglietti venduti nel 2022, si è passati ai 298. 000 di quest’anno, con 22, 5 milioni di euro di incasso (+1. 312% rispetto all’edizione 2003) . La platea internazionale di spettatori che ha invaso il Foro (20% proveniente da Roma, 54% dal resto d’Italia e ben il 26% dall’estero) ha consentito al torneo di generare un impatto economico totale di quasi mezzo miliardo di euro . «Abbiamo riqualificato e ristrutturato lo splendido Parco del Foro Italico – ha detto Vito Cozzoli, presidente e ad di Sport e Salute, e il Campo Centrale entro il 2026 verrà dotato di una copertura, così che nessun grande match debba più essere sospeso per pioggia». l


 

Primo piano
Le sabbie mobili dei cantieri

Quante opere pubbliche stritolate fra burocrazia e soldi che mancano: i casi in Toscana, i tempi e i progetti

di Barbara Antoni