Il Tirreno

Prato

Basket, per i Dragons finisce il sogno playoff dopo il ko nel derby di serie C contro Agliana

Un momento del derby di Agliana
Un momento del derby di Agliana

Coach Pinelli: «Siamo stati condizionati dai falli che ci hanno dato problemi sulle rotazioni»

26 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PRATO. I Dragons devono dire addio ai playoff di serie C di basket dopo la sconfitta per 74-68 nel derby con la Endiasfalti Agliana, quarta su cinque gare disputate in questa poule promozione. I rossoblù iniziano bene e vanno sul 26-14 a fine primo quarto, e al 15’ arrivano al +20 (34-14). Al riposo, rossoblù avanti di 14 punti (41-27) ma a inizio terzo quarto arriva il quarto fallo di Casella, che viene subito richiamato in panchina. Magni mantiene la distanza di sicurezza, ma i neroverdi appaiono trasformati rispetto al brutto inizio di partita e sono spinti dai muscoli sotto canestro di Nesi, che sarà il migliore in campo e decisivo. Il vantaggio si assottiglia fino al 53-51 per i pratesi alla fine terzo quarto.

Nella frazione finale, dopo poco Forti lascia il campo per falli, subito dopo lo segue Zita. La successiva tripla di Nesi manda in archivio la partita (67-61) perché i Dragons non rispondono più.

Alle Capitini, quindi, finisce forse il sogno playoff dei rossoblù, che incappano nella quarta sconfitta in cinque gare.

«Ci hanno condizionato i falli, che ci hanno dato problemi sulle rotazioni – spiega coach Pinelli – . Casella, Artioli, Magni, Salvadori e Forti hanno presto raggiunto una situazione delicata e questo ha sbilanciato il nostro piano partita, che ci aveva permesso di iniziare con lucidità. Avevamo preparato bene la gara nel primo tempo, poi siamo stati condannati dal tasso di esperienza di Agliana».

Decisivo nel momento caldo della partita è stato Nieri con le sue triple.

«È stato decisivo – conferma Pinelli – Gli avevamo tolto questa caratteristica nella prima parte, ma nella seconda no e ci ha castigato, proprio quando stavamo perdendo il focus e a causa dei falli non potevamo andare a prendere alti i loro giocatori e pressarli. Abbiamo concesso loro troppo da tre punti, e questo alla fine ha pesato».

Adesso, restano tre partite. I primi quattro posti sono lontani.

«Ora – conclude Pinelli – dobbiamo mostrare un senso di responsabilità e di dovere in queste ultime tre partite. Mostrare serietà e gratitudine verso chi ci sostiene ed è venuto anche ad Agliana e ha sempre sostenuto questo programma sportivo. Glielo dobbiamo come attaccamento a questi colori e a questa famiglia».

Giovedì alla 21,15 si torna in campo alle Toscanini, contro la Mens Sana Siena.

Endiasfalti agliana: Mucci 9, Lo Bello ne, Zita 9, Rossi 11, Andrei ne, Bibaj ne, Nieri 24, Bonistalli 2, Bardazzi ne, Nesi 19, Bacci, Baroncelli ne. Coach Gambassi.

Sibe Gruppo Af: Manfredini 10, Chiti ne, Geromin ne, Artioli 5, Magni 13, Salvadori 4, Staino 6, Berni 24, Pinelli G. , Torrini ne, Casella 6, Salvadori, Forti, Settesoldi ne. Coach: Pinelli.

Arbitri: Sposito di Livorno e Cavasin di Rosignano Mrittima. Usciti per falli: Forti al 36’13, Zita al 36’27”, Magni al 39’50”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La tragedia sul campo da calcio

Morte di Mattia Giani, l'inchiesta: tutti i punti da chiarire su cui sta indagando la procura

di Matteo Leoni
Sportello legale