Il Tirreno

Prato

Scoperta discarica abusiva vicino alle Cascine di Tavola - Foto

La discarica scoperta dalla polizia provinciale
La discarica scoperta dalla polizia provinciale

Carcasse di auto, cassonetti, pneumatici e materassi hanno deturpato l'area verde. Il presidente della Provincia: "Pochi mettono a rischio la salute di tutti"

27 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





PRATO. Una discarica abusiva su una superficie di circa 1.300 metri quadrati di rifiuti di vario genere è stata scoperta dalla polizia provinciale su un terreno accanto al centro ippico Il Magnifico, tra Castelnuovo e le Cascine di Tavola.

Nell’area sono stati rinvenuti rifiuti di vario genere, anche pericolosi, tra cui nove carcasse di autoveicoli e ciclomotori, numerosi pneumatici fuori uso, parecchi rifiuti di provenienza domestica quali materassi, divani, sedie, rifiuti Raee (Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche) come frigoriferi, congelatori, computer, vecchi televisori, oltre a svariati imballaggi in plastica e coperture per strutture in catrame, materiale plastico di vario genere, anche di grandi dimensioni, scarti legnosi, ben 16 cassonetti analoghi a quelli utilizzati per la raccolta dei rifiuti, accatastati e in disuso, tre bombole per gas e numerose carcasse di biciclette.

[[atex:gelocal:il-tirreno:prato:cronaca:1.40204831:gele.Finegil.Image2014v1:https://www.iltirreno.it/image/contentid/policy:1.40204831:1652955628/image/image.jpg?f=detail_558&h=720&w=1280&$p$f$h$w=d5eb06a]]

“Operazioni come queste – spiega il presidente della Provincia Francesco Puggelli – testimoniano in modo chiaro quanto sia importante il servizio quotidiano di pattugliamento del territorio, anche extraurbano. I nostri agenti, con i quali mi congratulo per il risultato ottenuto, sono delle vere e proprie sentinelle della tutela ambientale. Purtroppo, a fronte di esiti come questi di cui non posso che essere orgoglioso, devo sottolineare con amarezza come ancora troppo spesso manchi la responsabilità individuale. Comportamenti come questi sono da biasimare e da sanzionare duramente, perché mettono a rischio la salute di tutti. Fortunatamente, ci sono anche molti cittadini che non solo adottano condotte appropriate, ma hanno un approccio responsabile nel segnalare ai nostri agenti gli illeciti di cui vengono a conoscenza, a tutela di tutta la comunità".

[[atex:gelocal:il-tirreno:prato:cronaca:1.40204819:gele.Finegil.Image2014v1:https://www.iltirreno.it/image/contentid/policy:1.40204819:1652955628/image/image.jpg?f=detail_558&h=720&w=1280&$p$f$h$w=d5eb06a]]

“Questi interventi – commenta il comandante Michele Pellegrini - testimoniano ancora una volta l'impegno del corpo di polizia provinciale, appositamente preparato per prevenire e reprimere illeciti ambientali a tutela del nostro territorio e della salute pubblica, nonché la fattiva collaborazione con il Nucleo specializzato della Polizia Municipale della Procura di Prato".

[[atex:gelocal:il-tirreno:prato:cronaca:1.40204841:gele.Finegil.Image2014v1:https://www.iltirreno.it/image/contentid/policy:1.40204841:1652955628/image/image.jpg?f=detail_558&h=720&w=1280&$p$f$h$w=d5eb06a]]

 

Primo piano
La tragedia

Con il gommone contro gli scogli: muore un giovane ufficiale toscano della Marina