Il Tirreno

Pontedera

Pontedera

Spray urticante al fast food del Cineplex: dipendente finisce in ospedale

di Andreas Quirici
Spray urticante al fast food del Cineplex: dipendente finisce in ospedale

Ennesima bravata di un gruppo di giovani nella galleria commerciale: i precedenti

14 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PONTEDERA. Spray al peperoncino spruzzato a ridosso del bancone di Burger King al Cineplex di Pontedera. Un dipendente con problemi di respirazione affidato al personale sanitario per le cure del caso e altre sue colleghe rimaste sul posto di lavoro nonostante il forte disagio causato dalla sostanza liberata nell’aria. Senza contare il trambusto per i clienti dovuto al gesto di un gruppetto di ragazzetti che, probabilmente, hanno voluto mettere in pratica l’ennesima bravata nella galleria commerciale nel quartiere di Fuori del Ponte dove le attività ormai si contano sulle dita di una sola mano, compreso il cinema multisala. L’episodio è accaduto venerdì sera, ma non sono state ancora presentate denunce ufficiali dai responsabili della catena di fast food. I carabinieri di Pontedera sono intervenuti per verificare se quanto era successo corrispondeva alla segnalazione ricevuta. Ma non c’era traccia dei giovani che spesso creano problemi in quella zona della città.

Alcuni mesi fa c’è stato un altro problema al Cineplex legato sempre al peperoncino spruzzato con una bottiglietta spray. Anche in quella circostanza a intervenire furono i carabinieri. Panico tra i clienti del multisala e due persone soccorse per intossicazione fu il resoconto di una serata in cui l’ennesima bravata ha rischiato di creare danni maggiori.

Le forze dell’ordine hanno intensificato i controlli nel corso del tempo, soprattutto nei fine settimana anche se i carabinieri, per esempio, hanno effettuato interventi veri e proprio per fatti come quello accaduto venerdì in tre occasioni negli ultimi mesi. La situazione crea problemi ai gestori del Cineplex che, infatti, hanno ingaggiato guardie giurate per monitorare sulla tranquillità dei clienti. Ma, secondo quanto spiegano dal multisala, questi ragazzi sembrano immuni ai rimproveri e alla presenza di personale addetto alla sicurezza. In pratica, se ne fregano e continuano a comportarsi senza badare troppo ai disagi che procurano.

Nella galleria commerciale, oltre a Burger King al piano terra, a cui si accede da un ingresso ad hoc, è rimasta la sola sala giochi tra le attività presenti fino al Covid, momento in cui, di fatto, c’è stato il fuggi fuggi generale. Questo non aiuta, probabilmente, a mantenere l’ordine. Ma si racconta di scorribande nei corridoi con monopattini, urla, piccole risse e una situazione complessiva quasi allo sbando.

A ottobre, quando venne spruzzato peperoncino su una ragazza e poi all’interno del Cineplex, ci fu una sorta d’indagine per risalire agli autori di quel gesto. Anche nelle settimane successive, durante il luna park, ci furono segnalazioni di vandalismi ed episodi di bullismo nei confronti di ragazzini.

Ma anche in questi casi, però, di denunce ce ne sono state pochissime. Ma il problema in quella zona resta. E peggiora nei weekend o durante eventi speciali con grande afflusso di persone.  

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Le ultime
Violenza domestica

Agrigento, accoltella la moglie e due figli e si barrica in casa: i bambini in rianimazione