Il Tirreno

Pontedera

Viabilità

Ponsacco, rotatoria sulla provinciale quasi ok: ecco il piano per spegnere il semaforo

di Andreas Quirici
Ponsacco, rotatoria sulla provinciale quasi ok: ecco il piano per spegnere il semaforo<br type="_moz" />

Così cambia la viabilità in entrata e uscita da Val di Cava. Intanto il collegamento tra la provinciale e via Guicciardini sarà aperto quando il terreno su cui è stato sistemato l’asfalto sarà consolidato

29 dicembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





Ponsacco La rotatoria in via delle Colline per Legoli a Val di Cava è finalmente aperta dai giorni precedenti al Natale. Ma non è ancora completa. E, soprattutto, il semaforo all’altezza della frazione di Ponsacco, che così tante pene sotto forma di file ha “regalato” agli automobilisti è acceso. E così resterà fino a quando non verrà aperta la strada che collega la rotonda a via Guicciardini e non sarà ridisegnata la viabilità di via della Costituzione. Un piano che, per ora, non è stato ufficializzato con i residenti del paese. Ci saranno passaggi formali, probabilmente incontri per spiegare i dettagli. Ma qualcosa s’intuisce guardando alla conformazione del centro abitato.

Intanto il collegamento tra la provinciale e via Guicciardini sarà aperto quando il terreno su cui è stato sistemato l’asfalto sarà consolidato. E questo dovrebbe avvenire tra dieci, quindici giorni. Nel frattempo saranno definiti i dettagli per la nuova viabilità che dovrebbe prevedere la svolta obbligatoria a destra per chi percorre in uscita via della Costituzione. Ma non ci sarà l’immissione diretta in via delle Colline per Legoli, bensì nella stradina che porta all’interno della frazione e che ha uno sbocco sulla provinciale proprio di fronte a via di Val di Cava. Ma anche in quel caso si dovrà svoltare obbligatoriamente a destra verso i Fabbri.

L’ingresso a Val di Cava imboccando via della Costituzione, così com’è stato finora, invece, dovrebbe essere ostruito da una barriera. Il tutto, ovviamente, per non vanificare la realizzazione della rotatoria da poco costruita e non ancora ultimata in via definitiva. Perché il motivo di quest’opera fatta dalla Provincia è proprio arrivare a spegnere il semaforo. E una volta che il progetto sarà ultimato, la fluidità della circolazione dovrebbe essere ottimale e senza più ostacoli.

Dall’altra parte, l’uscita dal paese del comune di Ponsacco sarà predisposta attraverso l’utilizzo della rotonda, ma potrà essere fatta anche tramite la viabilità interna creata di recente dall’amministrazione comunale, quella che da via Cavalcanti porta in via Calamandrei, via Moro e via Pinocchio e da qui verso Il Romito.

Un piano che non dovrebbe complicare troppo la vita a chi vive a Val di Cava e semplificare notevolmente l’esistenza agli automobilisti in transito su via delle Colline per Legoli, soprattutto durante le ore di punta della mattina e della sera, momenti in cui le file di auto e mezzi pesanti diventano davvero insostenibili.

Già da prima di Natale, quando il transito lungo la provinciale in corrispondenza della rotonda è stato aperto in maniera regolare nei due sensi di marcia, si sono visti notevoli benefici, con tempi di percorrenza assolutamente non paragonabili rispetto al recente passato. Resta, come detto, ancora acceso il semaforo ma è questione di tempo. Il destino del dispositivo è quello di essere spento e sostituito da uno strumento a chiamata che servirà a chi dovrà attraversare la strada per raggiungere la fermata dell’autobus e le case che si trovano dall’altra parte della carreggiata. l

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La tragedia

Agliana, sbanda con l'auto e muore a 28 anni: la vittima è un cuoco

di Tiziana Gori
Le nostre iniziative