Il Tirreno

Pontedera

Gruppo Piaggio, approvata la trimestrale. Colaninno: "Risultati molto positivi"

Roberto Colaninno, presidente e ad del Gruppo Piaggio
Roberto Colaninno, presidente e ad del Gruppo Piaggio

Fino al 31 marzo ricavi netti a quota 384,7 milioni di euro, il miglior risultato mai registrato nel primo trimestre dal 2007. Ha venduto complessivamente nel mondo 135.000 veicoli (+15,3% rispetto a 117.100 del primo trimestre 2020)

29 aprile 2021
7 MINUTI DI LETTURA





Pontedera. Il Gruppo Piaggio ha reso noti i i risultati del primo trimestre 2021. Come sottolinea in una nota Roberto Colaninno, presidente e ad, “Il Gruppo Piaggio ha archiviato il primo trimestre del 2021 con risultati molto positivi a livello globale. I nostri marchi italiani sono sempre più apprezzati per il design, lo stile e la tecnologia; le vendite delle due ruote hanno registrato un incremento del +35% rispetto al 31 marzo 2020 e del +22% rispetto al 31 marzo 2019. I ricavi consolidati sono stati i più elevati dal 2007, e sia l’Ebitda che il risultato netto hanno raggiunto nel primo trimestre i migliori valori di sempre. Al contempo, la forte generazione di cassa, avuta anche grazie a un’attenta gestione del capitale circolante, ha permesso di realizzare una significativa riduzione del debito di oltre 100 milioni di euro rispetto al primo trimestre del 2020. Non possiamo però non tenere in considerazione che la pandemia Covid è ancora un rischio e quindi continuiamo a monitorare con grande attenzione ogni mercato. Indubbiamente il subcontinente indiano sta soffrendo e, come sempre, manterremo alta l’attenzione alla responsabilità sociale; il mercato riprenderà come e meglio di prima.”

La nota del Gruppo sottolinea che "Il Consiglio di Amministrazione di Piaggio & C. Spa riunitosi oggi sotto la presidenza di Roberto Colaninno, ha esaminato e approvato la relazione finanziaria trimestrale al 31 marzo 2021. Andamento economico-finanziario del Gruppo Piaggio al 31 marzo 2021". I ricavi netti consolidati del Gruppo sono stati pari a 384,7 milioni di euro, il miglior risultato mai registrato nel primo trimestre dal 2007, e sono in crescita del 23,5% (+28,1% a cambi costanti) rispetto ai 311,4 milioni di euro registrati al 31 marzo 2020. Il margine lordo industriale è stato pari a 111,2 milioni di euro, in aumento del 26,1% (+26,4% a cambi costanti), rispetto agli 88,1 milioni di euro registrati al 31 marzo 2020. L’incidenza del margine lordo industriale sul fatturato netto è pari al 28,9 % (28,3% al 31 marzo 2020). Le spese operative sostenute dal Gruppo al 31 marzo 2021 sono risultate pari a 87,6 milioni di euro, in crescita di 9,5 milioni. L’incremento è strettamente collegato alla crescita del fatturato e dei veicoli venduti. L’evoluzione del conto economico sopra descritta porta a un Ebidta consolidato di 56 milioni di euro, il miglior risultato mai registrato nel primo trimestre, in forte aumento del 40,8% (+38,4% a cambi costanti) rispetto ai 39,8 milioni di euro registrati al 31 marzo 2020. L’Ebitda margin è pari al 14,6% (12,8% al 31 marzo 2020). Il risultato operativo (Ebit) è stato pari a 23,5 milioni di euro, più che raddoppiato (+135,1%) rispetto ai 10 milioni di euro al 31 marzo 2020. L’Ebit margin è pari a 6,1% (3,2% al 31 marzo 2020). Il risultato ante imposte del periodo è stato pari a 18,5 milioni di euro, in forte crescita (+254,2%) rispetto ai 5,2 milioni di euro registrati al 31 marzo 2020. Le imposte di periodo sono state pari a 7,4 milioni di euro, con un’incidenza del 40% sul risultato ante imposte. Il Gruppo Piaggio ha consuntivato un utile netto positivo per 11,1 milioni di euro, il miglior risultato mai registrato nel primo trimestre, e superiore di oltre tre volte rispetto ai 3,1 milioni di euro registrati al 31 marzo 2020. L’indebitamento finanziario netto (Pfn) al 31 marzo 2021 risulta pari a 448,6 milioni di euro, in miglioramento di 100,1 milioni rispetto ai 548,6 milioni di euro al 31 marzo 2020. Rispetto alla posizione finanziaria del primo trimestre 2020, pesantemente influenzata dal blocco delle vendite a seguito della pandemia da Covid-19, alla riduzione del debito ha influito l’attenta gestione del capitale circolante oltre al flusso di cassa operativo collegato alle positive performance del business, che hanno consentito anche di assorbire un maggiore fabbisogno per investimenti. Al 31 dicembre 2020 la Pfn era pari a 423,6 milioni di euro e pertanto nel primo trimestre 2021 l’assorbimento di cassa è stato di 25 milioni di euro. Si ricorda che il business delle due ruote è soggetto a stagionalità che, come noto, assorbe risorse nella prima parte dell’anno e ne genera nella seconda".

E ancora. Al 31 marzo 2021 il Gruppo Piaggio ha venduto complessivamente nel mondo 135.000 veicoli (+15,3% rispetto a 117.100 del primo trimestre 2020), registrando ricavi consolidati pari a 384,7 milioni di euro. Alla crescita dei volumi hanno contribuito positivamente tutte le aree geografiche. Due ruote: Al 31 marzo 2021 il Gruppo ha venduto nel mondo 103.200 veicoli a due ruote (+35% rispetto ai 76.400 al 31 marzo 2020), per un fatturato netto di 296,9 milioni di euro, in crescita del +42,2% rispetto ai 208,8 milioni di euro al 31 marzo 2020. Il dato include anche ricambi e accessori, che hanno registrato un fatturato pari a 29,6 milioni di euro, in crescita del 13,2% rispetto ai 26,2 milioni di euro al 31 marzo 2020. Le vendite di due ruote nel primo trimestre del 2021 sono state particolarmente sostenute in India e America (con crescite di oltre il 90%), in Asia Pacific (+47,2%), e nel mercato europeo in particolare in Italia con volumi cresciuti di quasi il 70%. In Europa il Gruppo Piaggio ha aumentato le proprie quote di mercato sia nel segmento scooter, sia nel segmento moto, e ha mantenuto un forte posizionamento sul mercato nordamericano degli scooter con una quota del 32,9%, in crescita rispetto alla precedente quota del 23,7%. In Nord America il Gruppo è inoltre impegnato a consolidare la propria presenza anche sul segmento moto, attraverso i brand Aprilia e Moto Guzzi. Il settore scooter ha visto un incremento di quasi il 37% delle vendite a livello globale, spinte in particolar modo dal brand Vespa, dagli scooter a tre ruote, dallo scooter a ruota alta Liberty e dall’aumento delle vendite della nuova versione del Piaggio Beverly.

Nel settore moto, Moto Guzzi ha segnato un primo trimestre da record, con i più elevati volumi e ricavi di sempre, spinti in particolar modo dalle vendite di Moto Guzzi V7 e V85TT. Anche per le moto del brand Aprilia il primo trimestre 2021 è stato estremamente positivo, consuntivando i ricavi più elevati dal 2007 (ricavi quasi raddoppiati rispetto al primo trimestre 2020 e di quasi il 50% in più rispetto al primo trimestre 2019), grazie anche alla supersportiva Aprilia RSV4, che ha segnato un incremento del 40%, e delle nuove Aprilia RS e Aprilia Tuono con motorizzazioni da 660 cc, particolarmente apprezzate dai mercati.

Veicoli commerciali: Nel settore dei veicoli commerciali il Gruppo Piaggio ha venduto nel periodo 31.900 unità (-21,7% rispetto a 40.700 al 31 marzo 2020), consuntivando un fatturato netto pari a 87,8 milioni di euro (-14,4% rispetto ai 102,6 milioni di euro al 31 marzo 2020). Il dato include ricambi e accessori, che hanno registrato un fatturato di 12,8 milioni di euro, in crescita del 5,6% rispetto ai 12,1 milioni di euro del 31 marzo 2020. A livello geografico, tutti i mercati dell’area Emea ed Americas hanno mostrato un andamento positivo (+35,3% volumi; +31,1% fatturato), e in particolare il mercato italiano ha beneficiato dell’avvio della commercializzazione del nuovo Porter NP6. La flessione del business dei veicoli commerciali è stata originata dal calo registrato in India a seguito di una diminuzione del 26,7% dei volumi. La consociata PVPL si è attestata su una quota complessiva del mercato indiano dei 3 ruote del 25,5% confermando inoltre la leadership nel segmento del trasporto merci (cargo) con una quota di mercato del 38,8%.

Piaggio Fast Forward: Piaggio Fast Forward (PFF), la società del Gruppo Piaggio con sede a Boston incentrata sulla robotica e mobilità del futuro, prosegue la commercializzazione del primo innovativo progetto, gita, un robot carrier della tipologia "follow me", unico nel suo genere, in grado di trasportare pesi fino a 20 kg e di seguire il proprietario in ambienti interni ed esterni, con una velocità massima di 10 chilometri orari e un’autonomia di 4 ore. Gita viene prodotto nello stabilimento di Piaggio Fast Forward situato nel quartiere Charlestown, a Boston. La commercializzazione prevede una prima fase dedicata al mercato statunitense, dove la circolazione di robot per le strade cittadine è già disciplinata.

Aprilia Racing.Questa mattina a Jerez della Frontera, Aprilia Racing, punta tecnologica del Gruppo Piaggio, ha siglato con Dorna Sports un accordo quinquennale per la partecipazione con Aprilia Official Factory Team al campionato del mondo MotoGP fino al 2026. Aprilia Racing, rientrata nella massima competizione motociclistica nel 2015 accompagnata dal Team Gresini, dal prossimo anno schiererà in pista le RS-GP ufficiali e sarà quindi presente come team factory. Aprilia è tra i marchi più vincenti nella storia del motociclismo sportivo avendo conquistato nella sua giovane storia 54 titoli mondiali, 38 nel Motomondiale, 7 in Superbike e 9 nelle discipline Off Road. Con 294 affermazioni nei GP, è il marchio europeo che ha vinto più gare nel Motomondiale.

 Evoluzione prevedibile della gestione Nonostante la formulazione di previsioni rimanga ancora complessa a causa delle incertezze che permangono sull’evoluzione della pandemia nei prossimi mesi del 2021, Piaggio, nell’anno in cui Moto Guzzi compie i suoi primi 100 anni di vita e Vespa i primi 75, proseguirà il suo cammino con il lancio di 11 nuovi modelli a due ruote e del nuovo veicolo commerciale leggero, la costruzione del nuovo dipartimento di E-Mobility a Pontedera, l’avvio di un nuovo stabilimento in Indonesia e del completo rifacimento del sito produttivo e delle aree museali di Moto Guzzi.

 

Primo piano
Scuola

Maturità, le tracce della prima prova: Ungaretti, Pirandello, l’atomica e i social