Il Tirreno

Pontedera

domani si inaugura la nuova sede 

“Il Campo delle emozioni”, un progetto sociale tra pedagogia e cinofilia

28 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





PONTEDERA. Due anni fa Chiara Menichetti, dopo una lunga carriera nei servizi socio-sanitari e una vita vissuta in campagna “ereditata” dalla famiglia, fa una scommessa: creare un luogo dove i cani, la cinofilia, la pedagogia verde e l’etologia relazionale si incontrino.

Un luogo dove le famiglie, i ragazzi e i bambini possano riuscire a ritrovare l’arte dell’osservazione, della curiosità, della comunicazione e della bellezza della natura. Nasce così “Il Campo delle emozioni”, che assieme allo studio professionale di Chiara e sua madre costruisce un progetto dove le emozioni si trasformi in un retaggio arcaico. Quattro le aree d’intervento di questo progetto: la mediazione a specchio in natura e con gli animali; la cinofilia e la pedagogia cinofila come veicolo di esperienze positive per ragazzi e famiglie; la protezione civile come messaggio di servizio agli altri; il centro di formazione per genitori e figli che ha sede nella sede distaccata del campo della Montacchita, a Forcoli, un luogo immerso nella natura e dove in collaborazione con l’azienda Poggio al Paradiso si organizzano esperienze didattiche e formative in connessione con l’agricoltura e la terra.

Un progetto che in due anni ha fornito alla comunità possibilità gratuite a varie famiglie, grazie all’intervento di sponsor privati e al Coni. Una scelta di vita fatta di soddisfazioni e competenze che in due anni hanno fornito vari spunti di riflessioni. Domani alle 18 in via di Montevisi a Pontedera si terrà l’inaugurazione della nuova sede de “Il Campo delle emozioni”. La scelta del giorno non è casuale. Il 29 aprile è il compleanno di Chiara e questa data è stata scelta proprio perché se si crede in un progetto non esiste giorno migliore per celebrarlo di quello della propria nascita. —

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Lavoro e diritti

Amadori annuncia il licenziamento di 200 lavoratori in Toscana: sciopero il 20 giugno