Il Tirreno

Pontedera

territorio e degrado 

Masi: «Grazie a Municipium molti interventi»

Libero Red Dolce
Masi: «Grazie a Municipium molti interventi»

Oltre 200 segnalini per rendere conto ai cittadini di quello che è stato fatto. «Abbiamo cercato di essere più efficienti»

27 aprile 2021
2 MINUTI DI LETTURA





cascina. Una mappa con nove colori che a macchia di leopardo copre tutto il territorio cascinese, centro e periferie compresi. È un resoconto di sei mesi d’interventi sul territorio che ha voluto sintetizzare con un mappa il vicesindaco Cristiano Masi, con delega ai lavori pubblici.

Una mappa figlia dell’app Municipium, uno strumento al quale i cittadini cascinesi spesso si rivolgono per segnalare problematicità, necessità di lavori e altre questioni che riguardano il territorio. E che, come ogni strumento, spesso trovano ascolto e in altri casi no.

Masi spiega di essersi messo a lavoro da subito sul buon funzionamento dell’app. «Come vicesindaco con delega ai lavori pubblici, ho cercato in questo primo periodo di migliorare la gestione delle segnalazioni che ogni giorno arrivano tramite l'app Municipium, di sostenere il lavoro degli uffici e degli operai e di rispondere alle richieste che ogni giorno molti cittadini mi sottopongono». E in effetti il servizio sul territorio è molto utilizzato dai cittadini.

Masi riconosce anche il lavoro fatto dalla giunta precedente e motiva la pubblicazione della mappa con l’intenzione di mostrare ai cittadini quello che si è fatto: «Sono interventi diffusi su tutto il territorio e in diversi ambiti di azione. Prima che sorgano le solite polemiche, dico subito che parte di questi lavori erano stati programmati dalla precedente giunta, come del resto è ovvio che sia. L'obiettivo di questa mappa è quello di rendere conto di che cosa sta facendo il Comune e non quello di lodare l'ego di qualche amministratore, presente o passato».

Si tratta di azioni differenti tra loro, manutenzione del territorio perlopiù ordinaria. Si va dall’installazione delle reti anti-volatili al cimitero di Cascina alla impermeabilizzazione della centrale termica e sistemazione della rete al campo sportivo di San Prospero.

Si tratta di oltre duecento interventi segnalati sulla mappa realizzata attraverso “My Maps” di Google. Gli interventi sono anche di più, su qualche segnalino si trovano diversi interventi.

«Abbiamo lavorato per far sì che le segnalazioni e i problemi arrivino direttamente agli uffici, in modo da tagliare i tempi di attesa dell’intervento. E posso dire che questo si è tradotto in una gestione più rapida rispetto a prima», spiega Masi. Uno degli interventi più significativi, dal punto di vista dell’impegno economico e di tempo, è quello alla scuola Galilei, tuttora in corso. Si sta sistemando tutto l’esterno dell’istituto. —

Libero Red Dolce

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Il caso

Livorno, l’evaso dal carcere ripreso alla stazione di Roma Tiburtina