Il Tirreno

Pistoia

La Pistoiese illude, ma va ancora ko

Gabriele Carannante ha segnato il gol del pari momentaneo
Gabriele Carannante ha segnato il gol del pari momentaneo

Emiliani in vantaggio al 3’, alla mezz’ora pareggio di Carannante e al 43’ eurogol di Diakhatè. Nella ripresa è il Carpi a credere di più nella vittoria, che trova grazie alle reti di Forapani e Mandelli

29 gennaio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





CARPI. La Pistoiese cede 3-2 nel finale di gara a Carpi nonostante una prova coraggiosa dopo un inizio disastroso. Gli arancioni, infatti, scendono in campo a Carpi un po’ spaesati e disorientati, tanto che nei primi secondi i padroni di casa sfiorano il vantaggio, anche se sono incapaci di sfruttare un liscio clamoroso della difesa arancione.

Il gol, comunque, non tarda ad arrivare perché, dopo appena 3’, Saporetti batte Mataloni: il numero 10 calcia al volo di sinistro e gonfia la rete. Dal minuto undici la formazione toscana alza la testa e si fa vedere pericolosamente in attacco, grazie alla percussione sulla sinistra di Milani, che tuttavia porta a un nulla di fatto. La Pistoiese opera benissimo di rimessa e al 20’ sfiora il pareggio grazie a Milani che pesca Pertici, bravo a incunearsi tra le linee, che spreca con un tiro di sinistro completamente sballato. Al 27’ è tempo di proteste per la Pistoiese, che si lamenta con l’arbitro per un tocco di mano in area di rigore avversaria, ma il direttore di gara non è affatto d’accordo.

Al 32’, però, la Pistoiese può esultare: Carannante sbroglia una mischia e con un colpo di biliardo rimette il risultato in parità. È la svolta per i toscani che guadagnano spazio e coraggio. Prima Ielo guadagna un bel corner con un’azione insistita sulla fascia, poi Diakhatè manca l’appuntamento col gol, fallendo un colpo di testa da ottima posizione. Al 37’ altra azione tambureggiante degli arancioni con Pertici che triangola con Panicucci, ma l’esterno manca il bersaglio più grande, sfiorando l’incrocio dei pali. Il Carpi si fa rivedere con Saporetti che scocca una bella rasoiata a fil di terra, ma Mataloni blocca con sicurezza.

Al 43’ la Pistoiese passa in vantaggio: Diakhatè carica il tiro e rilascia un siluro che si infila alle spalle di Lorenzi. Eurogol dalla distanza. Il primo tempo finisce con i ragazzi di Perugi avanti con merito.

Nella ripresa il Carpi torna all’arrembaggio ed è di nuovo Saporetti a mettersi in mostra con una conclusione sul primo palo, ma Mataloni dice di no. La Pistoiese perde terreno, cedendo piano piano di fronte alle avanzate del Carpi. Al 69’ i padroni di casa acciuffano il pareggio con Forapani che lasciato tutto solo non ci pensa due volte a sbattere la palla in rete.

La formazione allenata da Serpini si accende ancora di più e mette all’angolo la Pistoiese che, nonostante i cambi, non ritrova la forza di mordere gli avversari. Dopo vari tentativi, il Carpi trova il gol vittoria con Mandelli che infila la sfera nell’angolo più lontano dopo un batti e ribatti all’83’. Partita capovolta e tabellino che recita 3 a 2 per gli emiliani, che conquistano la posta in palio più grande per averci creduto fino in fondo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
L’informativa

Studenti manganellati a Pisa e Firenze, Piantedosi: «Arrivare al contatto fisico con dei minorenni è una sconfitta» – Diretta

Le nostre iniziative