pistoia
cronaca

Mantellassi sbarca a Milano e cambia sistema di vendita

La storica azienda di mobili punta su negozi e canali online


20 giugno 2022 Giancarlo Fioretti


PISTOIA. Sono trascorsi solo pochi giorni dall’inaugurazione, il 9 giugno scorso, dello showroom Sofable Mantellassi in viale Premuda 19 a Milano e tanto è bastato per porre all’attenzione generale la creatività di un’azienda pistoiese che rappresenta un’eccellenza assoluta nel panorama internazionale del design. «Il nostro non è un negozio di componenti di arredo come tutti gli altri - spiega la proprietaria Roberta Mantellassi - ma un nuovo modo di proporre prodotti di assoluta qualità». «Nel nostro punto vendita - continua- ci sono esclusivamente nostre creazioni, che possiamo realizzare in sinergia con i desideri dei nostri clienti. Milano è il cuore pulsante dell’economia italiana e per questo abbiamo deciso di approcciarci a questa città con un sistema di vendita che abbina il contatto fisico con il potenziale cliente e la possibilità di interagire online, con il pool di architetti che operano all’interno del negozio».

Nata a Quarrata in una famiglia di commercianti di biancheria, Roberta Diva Di Vincenzo conosce a soli 14 anni Remo Nicola Mantellassi, ultimo rampollo di una famiglia di falegnami e tappezzieri fra le più in vista della città. Il loro è un amore travolgente, tanto da spingere la giovanissima ragazza a trasferirsi in pratica a casa del futuro marito già dopo poche settimane. «I miei genitori - confessa - erano quasi sempre fuori per lavoro, visto che servivano con i loro prodotti negozi in tutta Italia. Io mi legai a Nicola totalmente e indissolubilmente e lo sono rimasta fino a quando il destino ci ha separato». Lo scorso 29 agosto, infatti, un malore improvviso risulta fatale per il noto imprenditore che muore proprio mentre è accanto a sua moglie al posto di guida della loro autovettura. «La nostra è stata un’unione stupenda - sospira - benedetta dall’arrivo di 3 splendidi figli. Non sempre sono però state rose e fiori perché, avendo sempre lavorato insieme, non sempre abbiamo avuto la stessa percezione dell’agire commerciale». Roberta, infatti, sposa giovanissima non soltanto il suo Nicola ma anche la sua attività di famiglia, portando dentro di questa una ventata di energia e di creatività che tuttora la contraddistingue. «Quando, intorno al 2008, la crisi iniziò a falcidiare le aziende di mobili e le tappezzerie di Quarrata - puntualizza - mio marito stentava a capire che potevamo avere un futuro soltanto puntando a un segmento di mercato di assoluta qualità, tralasciando completamente l’aspetto quantitativo della produzione. La mia fu una battaglia dura poiché questa intuizione partì da me ma poi Nicola - dice chinando la testa - mi seguì senza più obiettare». La svolta in favore della produzione di divani e componenti di arredamento di alta qualità nel nuovo e moderno stabilimento di Gello di Pistoia, ove l’azienda si trasferì lontano dal deserto commerciale della Quarrata di inizio millennio, ebbe successo e ancor più successo ebbe la decisione di esplorare, già pochi anni dopo la caduta del Muro di Berlino, i nuovi e misteriosi mercati dell’Europa dell’Est. «Oggi sono tristissima nel vedere cosa sta succedendo in quella parte del mondo - conclude - visto che io in oltre 20 anni di viaggi commerciali ho avuto modo di conoscere moltissime persone alle quali ancor oggi sono molto legata. Mi auguro che questa follia finisca presto e che tutta l’umanità torni a confrontarsi solo in ambiti di pace, come quelli dell’arte e del commercio».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.