Il Tirreno

Pisa

L’annuncio

Municipale a Pisa, il caso comandante, Conti: «Pronto a entrare in servizio»

di Roberta Galli
Municipale a Pisa, il caso comandante, Conti: «Pronto a entrare in servizio»

Polemiche sulla nomina, le opposizioni: verificare gli atti

01 aprile 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PISA. «Lunedì (oggi, 1 aprile) il nuovo comandante prenderà servizio». Il sindaco Michele Conti prova a stemperare le polemiche di queste ore (in merito a possibili ricorsi di altri candidati) sul nome di Elio Cappellini che guiderà la polizia municipale di Pisa, con un incarico che gli è stato conferito, dallo stesso primo cittadino, meno di dieci giorni fa.

Conti assicura che il nuovo comandante sarà al suo posto di lavoro a partire da domani. «Gli uffici del Comune – ha detto il sindaco – hanno portato a termine tutti gli adempimenti del caso e, se ci saranno ricorsi, sarà l’autorità giudiziaria a decidere in materia». Il sindaco va avanti per la sua strada, mentre le opposizioni chiedono chiarimenti sulla nomina di Cappellini, già comandante della polizia provinciale di Lucca. A partire da Matteo Trapani (Pd), Paolo Martinelli (La città delle persone) e Luigi Sofia (Sinistra Unita per Pisa). «Nonostante siano trascorsi nove giorni dall’annuncio ufficiale – scrivono – si riscontra l’assenza dell’atto formale di nomina del dirigente responsabile, situazione che desta preoccupazione e solleva dubbi sulla regolarità e trasparenza del processo di selezione».

Ma non solo. «Data l’importanza cruciale della figura del comandante della polizia municipale – proseguono i tre capigruppo – la coalizione civica e progressista ha formalmente richiesto accesso agli atti, con lo scopo di comprendere le motivazioni dietro questa inattesa mancanza e assicurarsi che il processo abbia rispettato tutti i criteri di merito, competenza e legalità considerato il burrascoso precedente che ha già imbarazzato la struttura comunale agli occhi della città», con riferimento evidente al caso Migliorini. Parallelamente, attraverso l’intervento della consigliera Silvia Pagnin, membro della prima commissione di controllo e garanzia, «è stata avanzata la richiesta di inserire questo argomento all’ordine del giorno della prossima commissione, per garantire un primo adeguato livello di controllo e trasparenza sull’intera procedura, convinti del ruolo centrale della commissione rispetto alla verifica sulla piena legittimità degli atti portato avanti dalla commissione presieduta dal commissario Sofia».

Sull’argomento Cappellini è intervenuto anche Ciccio Auletta, consigliere comunale di Diritti in comune (Una città in comune e Unione Popolare) che depositerà un question time per il prossimo consiglio comunale. «Dopo il caso Migliorini, su cui a oggi né Conti né Ziello hanno fatto alcun chiarimento – dice Auletta – e sul quale abbiamo al riguardo fatto anche un quesito alla Corte dei Conti, il Comune di Pisa e soprattutto il corpo della polizia municipale continua a trovarsi da mesi per responsabilità delle scelte del sindaco e della maggioranza, con la modifica della macrostruttura e del regolamento della polizia municipale, in una situazione insostenibile e senza precedenti».


 

Primo piano
Lo strazio

Morte di Mattia Giani, la fidanzata Sofia: «Sarai l’amore della mia vita, proteggimi per sempre»