Il Tirreno

Pisa

Ceciniadi 2024
Valdera

Giulia e la cecina di Ponsacco che strega anche i livornesi: «In tanti vengono a mangiarla qui» – Video

di Roberta Galli
Giulia Barabotti
Giulia Barabotti

Ceciniadi 2024. A 36 anni l'imprenditrice di Cascine di Buti ne ha già 18 di lavoro alle spalle: «Decisi di rilevare il locale e convinsi mia mamma»

26 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PONSACCO. «Il segreto della mia cecina? Metterci dentro tanto amore». Ha le idee chiare Giulia Barabotti, 36 anni di Cascine di Buti, da 18 anni, titolare della pizzeria Luna a Ponsacco, un punto di riferimento in paese e non solo, tanto che la sua cecina, seguendo la ricetta tradizionale, è diventata una prelibatezza anche per molti livornesi. «Non ci crederete – racconta Giulia – ma tra i miei clienti, molti vengono anche da Livorno».

Gli ingredienti

La cecina da Luna è fatta con ingredienti di ottima qualità: farina di ceci, acqua, olio e sale e tanta passione, quella che ogni giorno permette a Giulia di affrontare il suo lavoro. Un lavoro che si è scelta quando era giovanissima, coinvolgendo nel suo sogno mamma Rosanna Pratali, diventata oramai il suo braccio destro.

La scommessa

«Prima di finire le scuole – racconta Giulia – seppi che era in vendita una pizzeria in piazza della Repubblica a Ponsacco. Convinsi mia madre, e così ebbe inizio la nostra avventura. Mamma aveva lavorato fino a quel momento nel campo della tappezzeria. Io non avevo alcuna esperienza di pizze e cecina, ma insieme ce l’abbiamo fatta. Anche durante il periodo duro del Covid. Negli anni abbiamo anche allargato gli spazi e siamo sempre qui con il sorriso tra le labbra ad affrontare i nostri impegni giornalieri, perché questo, nonostante le tante soddisfazioni, resta un lavoro duro, legato ad orari precisi, con sabati e domeniche dietro al bancone».
La sua cecina viene sfornata ogni giorno, morbida dentro e croccante fuori, cotta in teglie di rame, in forno elettrico. Anche con la variante salsiccia e cipolla, inserita nell’impasto che piace tantissimo. «Invito tutti a provarla – coconclude Giulia – e a votarla».

Primo piano
La tragedia

Tamponamento sulla A22, muore camionista di Pisa di 25 anni: lascia una bambina piccola