Il Tirreno

Atletica

Carducci-Volta-Pacinotti da annali. Medaglia d’argento per le Allieve

Un momento della staffetta con due alunne dell’istituto piombinese e, a destra, la cerimonia di premiazione con la squadra del Carducci-Volta-Pacinotti
Un momento della staffetta con due alunne dell’istituto piombinese e, a destra, la cerimonia di premiazione con la squadra del Carducci-Volta-Pacinotti

Risultato storico per l’istituto piombinese ai campionati studenteschi di Pescara. Il dirigente Lena: «Una conclusione strepitosa per un percorso fatto di dedizione»

06 giugno 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PIOMBINO. Risultato senza precedenti per la squadra allieve del Carducci-Volta-Pacinotti, seconda alla finale nazionale di atletica leggera delle competizioni sportive studentesche di Pescara.

Una medaglia d'argento che luccica come non era mai accaduto prima e premia il grande sforzo delle studentesse e dei docenti che hanno lavorato dietro le quinte, come sottolinea il dirigente dell’istituto piombinese Cristiano Lena, in trasferta con il team a Pescara. «Questo secondo posto rappresenta la conclusione strepitosa di un percorso frutto di dedizione e programmazione – afferma con orgoglio il preside – le ragazze ci avevano subito entusiasmato ottenendo l’accesso alla fase provinciale per poi farci gioire con la qualificazione alla finale nazionale. L’argento conquistato è il meritato coronamento del lavoro di un team che ci auguriamo continui a farci sognare».

Le studentesse e atlete in questione sono Anna Simonini (2A liceo scientifico, che ha vinto anche la medaglia d’oro individuale nei 100 metri ostacoli), Giada Regoli (1A liceo scientifico, in evidenza nel salto in lungo), Matilde Piccolo (3G liceo sportivo, in gara con salto in alto), Alice Sainati (1A liceo scientifico, protagonista nel lancio del peso), Lien Capiferri (1A liceo scientifico, in pista nei 1.000 metri) e Giulia Bianconi (1G liceo sportivo nei 100 metri). «Prima di gareggiare avvertivamo l’ansia della responsabilità: di fatto eravamo lì a rappresentare il nostro istituto, quindi volevamo assolutamente fare una buona figura – raccontano le protagoniste di questa impresa storica per la scuola – abbiamo capito che sarebbe stato essenziale il contributo di ciascuna di noi e quella è stata la nostra forza. Tra l’altro non abbiamo avuto l’opportunità di fare moltissima preparazione, proprio per questioni di tempistiche legate al gruppo sportivo, quindi siamo ancora più soddisfatte di ciò che siamo riuscite a compiere».

La squadra di docenti di scienze motorie che si è occupata della preparazione ha invece potuto contare sull’esperienza e le capacità del professor Armando Mansani, alla guida del gruppo a Pescara, e dei colleghi Federico Catta, Stefano Gorini, Sandro Giomi, Tiziano Di Tonno, Alessandro Baldassarri, Marco Pasquini e Alberto Mazzola. «Siamo molto soddisfatti: è il miglior risultato di tutti i tempi del nostro istituto – racconta il professor Mansani – e un traguardo simile, per un bacino come Piombino che si è dovuto misurare con realtà numericamente ben più importanti, è davvero una grande vittoria. Noi docenti ci siamo occupati di fare un lavoro tecnico di raccordo con le ragazze, sfruttando al meglio le ore del gruppo sportivo e cercando di coinvolgere il maggior numero possibile di studenti e studentesse nel progetto».

Al di là del risultato straordinario, c'è anche un altro aspetto altrettanto importante che emerge. «Mi piace sottolineare in particolare il clima di festa al quale abbiamo partecipato – spiega il dirigente scolastico Lena – è stata una rassegna all’insegna della condivisione, dello sport e della sana competizione tra circa 1.400 studentesse e studenti di età compresa tra gli 11 e i 16 anni provenienti da tutta Italia. E la rappresentanza toscana, di cui facevamo parte, era composta da oltre 50 atleti. Tra questi voglio anche evidenziare l'unica presenza maschile per Piombino, Marco Beccari della 3 Art-Iti, che ha conquistato la finale del salto in alto con 1,86 metri». La manifestazione, di fatto, ha contato quattro categorie: Allieve e Allievi, per studenti e studentesse di prima, seconda e terza superiore, e Cadetti e Cadette, per le scuole medie. La formula della competizione ha previsto la somma dei punteggi, all’interno di ogni singola categoria, dei risultati individuali e di squadra, così da creare una classifica unica frutto degli sforzi del collettivo. Il Carducci-Volta-Pacinotti chiude quindi secondo, alle spalle del Liceo Spallanzani di Reggio Emilia e ad appena due punti di distanza, e davanti al terzo classificato, l’Iis Tronzanella di Vicenza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La tragedia

Con il gommone contro gli scogli: muore un giovane ufficiale toscano della Marina