Il Tirreno

Atletica

L’Atletica Rivellino trionfa alla Sei Ore

di Sara Chiarei
Il podio della staffetta con la squadra dell’Atletica Rivellino sul gradino più alto
Il podio della staffetta con la squadra dell’Atletica Rivellino sul gradino più alto

La società piombinese fa incetta di premi nella tradizionale competizione organizzata a Grosseto. Nella staffetta a squadre ottenuto un primo e un settimo posto mentre Becherini è terzo tra i singoli

27 gennaio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





PIOMBINO. Bottino grosso per l’Atletica Rivellino che nei giorni scorsi a Grosseto ha fatto razzia di premi alla “Sei ore della Maremma”. L’evento, alla sua quarta edizione, è stato organizzato dal Team Marathon Bike, Uisp Grosseto, Avis Grosseto e Istituzione “Le Mura” con il patrocinio del Comune e della Provincia di Grosseto, ed era valido come prova del 22° Grand Prix Iuta 2024 di UltraMaratona e dei Criterium Regionali fascia centro.

Ogni atleta poteva scegliere tra l’UltraMaratona (effettuando le sei ore da solo: in questo caso venivano conteggiati i chilometri percorsi) e la staffetta 6x1 ora (in cui si doveva creare un gruppo composto da sei atleti ai quali spettava 1 ora ciascuno di corsa) lungo un percorso sopra le mura medicee grossetane di 1.758 metri. Ben 150 gli atleti provenienti da tutta Italia che hanno scelto di gareggiare singolarmente mentre in totale sono state 21 le staffette al via dal Bastione Garibaldi per aggiudicarsi una competizione affascinante quanto impegnativa. «Noi abbiamo partecipato a due staffette, rispettivamente con la Rivellino A e la Rivellino B – spiega Claudio Mazzola, presidente dell’Atletica Rivellino in aggiunta a un atleta, Mirko Becherini, che ha gareggiato individualmente. La Rivellino A ha conquistato il gradino più alto del podio correndo 89 chilometri in sei ore, mentre la Rivellino B è arrivata settima assoluta con oltre 75 chilometri sulle gambe. Infine – aggiunge – Becherini si è piazzato al terzo posto assoluto avendo realizzato oltre 78 chilometri in sei ore tutti da solo. Un risultato ancora più importante se consideriamo che, a 32 anni, si è messo per la prima volta alla prova con questo tipo di gara superando atleti molto più esperti».

L’entusiasmo del podio appena conquistato lo avrebbe convinto a provare anche un’altra competizione estrema che si svolgerà a fine maggio: la 100 chilometri del Passatore, con un percorso che parte da Firenze e arriva a Faenza. Una prova per la quale Becherini sarà supportato dallo staff dell’Atletica Rivellino al completo. Questa la rosa delle due formazioni che hanno gareggiato per la staffetta. Per la Rivellino A: Tan Li Fu, Francesco Luparini, Iuri Bilaghi, Giorgio Rovegno, Paolo De Florio e Gabriele Fensi. Hanno invece composto il gruppo B David Pallini, Barbara Donati, Marco Cei, Oriano Chelini, Aldo Allori e Luca Grieco. Insomma, la società piombinese si è imposta portando a casa ottimi risultati con allenamento, tenacia e la supervisione del presidente Mazzola che non ha mai abbandonato i suoi podisti. «Sono estremamente soddisfatto del gruppo che siamo riusciti a creare – conclude lo stesso Mazzola – un gruppo dotato di molti atleti competitivi in ogni categoria. Ci stiamo divertendo e per fortuna ovunque andiamo riusciamo ad ottenere buoni risultati».


© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La tragedia

Livorno, muore a 51 anni schiacciata con lo scooter fra due auto: chi è la vittima e la dinamica

di Stefano Taglione
Le nostre iniziative