Il Tirreno

Boccone amaro in Brianza

Boccone amaro in Brianza

Il Golfo torna a casa sconfitto nell’anticipo sul parquet di Treviglio Stavolta non servono i tempi supplementari: ultimo quarto decisivo 

21 gennaio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





TREVIGLIO. Al PalaFacchetti di Treviglio lo scontro diretto fra i locali del Lissone Brianza e la Solbat Piombino premia i padroni di casa di coach Lombardi che conquistano una vittoria importante nello scontro diretto della 19esima giornata. Nelle fila dei padroni di casa si temeva Loro, mattatore della gara di andata quando i brianzoli vinsero all’overtime al Pala Tenda contro i gialloblù, ma il protagonista della serata è stato in assoluto Galassi: la guardia è stato tra i migliori visti in campo con una prestazione super, condita da ventitré punti (sette su sette da due) e cinque assist. A Piombino purtroppo non è bastata la bella serata di Piccone (diciannove punti e otto assist, con sei su sei dalla lunetta), di Berra (nove su quattordici da due) e di Venucci che sfiora la tripla tripla con tredici punti, undici assist e nove rimbalzi (e un buon quattro su otto dall’arco). Bella anche la prova offerta da Azzaro con tredici punti, quattro rimbalzi e sette falli subiti, ma i numeri degli uomini di Cagnazzo non hanno consentito purtroppo di portare a casa il bottino. Inizio di gara sotto il segno dell’equilibrio: le due squadre si rincorrono nel punteggio, con il capitano brianzolo Lanzi a dettare legge dall’arco nel primo tempo con tre triple a distanza ravvicinata che lasciano il segno. Sul 17-16 per i padroni di casa la Solbat riesce a piazzare un break importante confezionando cinque punti consecutivi grazie a De Zardo e un ispiratissimo Venucci e il primo tempino termina con gli ospiti avanti di un punto. Nel secondo tempo i locali si portano in vantaggio 36-29, ma gli ospiti non demordono con il solito Venucci che suona la carica: è proprio lui l’uomo assist imprescindibile della squadra che dà a Longo la palla del pari (39-39). Ci si avvia sul finale di tempo in completo equilibrio, ma a mettere il piedino avanti è il quintetto di Cagnazzo, grazie alla tripla di Piccone che vale il +1 su cui si va all’intervallo. Nuova fuga di Brianza a inizio terzo tempo, più precisi al tiro gli uomini di coach Lombardi, mentre in attacco perde consistenza Piombino, con il nervosismo che inizia a serpeggiare nelle fila ospiti. Ne approfitta la squadra di casa con Galassi protagonista di questa parte di gara: sono i suoi punti a portare Brianza sul +10 (57-47). Polveri bagnate sotto canestro per i gialloblù, ma ci pensano due falli ravvicinati di Fabiani a riaccendere le speranze: il tecnico rimediato dall’ala a 1’02” dal termine mette il finale di terzo parziale in discussione, finale che recita +4 con Brianza, con l’ultimo atto della sfida tutto da giocare. Al rientro in campo la squadra più concreta è e rimane purtroppo Lissone, sale in cattedra e Caffaro rimette i suoi a distanza di sicurezza. Fatica in difesa la squadra gialloblù, dimostrando anche in questa frazione un gioco a corrente alternata. Più continua invece la prestazione della Lissone che si porta ben presto a +10, margine che di fatto caratterizza gli ultimi dieci minuti di gara. Azzaro prova a tenere in piedi le speranze dei suoi di acciuffare la parità, Berra porta i suoi a -5 quando mancano quattordici secondi al termine, ma il finale di gara premia Brianza che vince 98-93 staccando di due punti in classifica i piombinesi. Mercoledì sera il turno infrasettimanale in casa con Legnano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
La tragedia sul campo da calcio

Morte di Mattia Giani, l'inchiesta: tutti i punti da chiarire su cui sta indagando la procura

di Matteo Leoni
Sportello legale