Il Tirreno

Il Tirreno estate 2024
Estate

Elba, sfilata di mega yacht a Capoliveri: non solo quello di Mark Zuckerberg, c’è anche il “giocattolo” del miliardario Lee-Chin

di Luca Centini

	In alto il Launchpad, in basso il Wingam e la spiaggia a Capoliveri
In alto il Launchpad, in basso il Wingam e la spiaggia a Capoliveri

Tanta curiosità anche per il Wingman, la nave di appoggio di mister Facebook con a bordo l’elicottero usato per gli spostamenti

04 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





CAPOLIVERI. I turisti che, ieri mattina (mercoledì 3), si trovavano sulla spiaggia di Lido di Capoliveri si sono trovati di fronte a uno spettacolo non certo comune. Il Launchpad, mega yacht di 118 metri di lunghezza ormeggiato ad alcune centinaia di metri dalla linea di costa. Poco più in là la nave di appoggio, se così si può chiamare il Wingman, una sorta di maxi giocattolo di 66 metri con tanto di elicottero a bordo, motoscafo e chi più ne ha più metta. Si tratta dei gioielli della nautica di proprietà di Mark Zuckerberg, il fondatore di Facebook e presidente di Meta.

Non è chiaro se il magnate statunitense fosse o meno a bordo. Quel che è certo è che i due mega yacht non sono certo passati inosservati ai tanti turisti che si trovavano in spiaggia nel capoliverese. Il mare si è trasformato in una vera e propria vetrina per imbarcazioni di lusso. Ancor di più in tarda mattinata, quando ha buttato l’ancora nel golfo anche il mega yacht Ahpo, 115 metri di lusso usciti dal cantiere tedesco di Lurssen yacht e di proprietà di Michael Lee-Chin, investitore e filantropo giamaicano-canadese. Tanto per non farsi mancare nulla, insomma.

Ma è stata in particolare la Wingman, la nave “ancillare” al Launchpad di Zuckerberg, per la sua forma particolare, ad aver attirato le attenzioni dei bagnanti. Una sorta di garage galleggiante con a bordo moto d'acqua, imbarcazioni sportive e, addirittura, un elicottero. Lo stesso elicottero ha più volte fatto la spola tra i due grandi yacht: chissà se a bordo non vi fosse proprio il numero uno di Facebook. Di certo sul Launchpad di gente non ne mancava. Alcuni degli ospiti sono scesi su un gommone e si sono diretti a terra, su una spiaggia inaccessibile da terra non lontana dal campeggio Le Calanchiole. Il Launchpad, partito da Palma di Maiorca alcuni giorni fa, è stato acquistato lo scorso maggio da Zuckerberg per circa 300 milioni di dollari. L’equipaggio è formato da 48 persone, mentre il numero massimo di ospiti è di 26 passeggeri. Sono 13 le cabine extralusso allestite nell’imbarcazione.

A bordo non ci si annoia, basti pensare che a prua c’è persino un campo da basket da basket. Sul ponte, invece, sono collocati una grande vasca idromassaggio, il beach club e l’elisuperficie. Negli spazi interni sono stati allestiti una sala cinema, un salone di bellezza e una palestra attrezzata.

Primo piano
L’evento

Andrea Bocelli, Lajatico diventa mondiale: le star, il super palcoscenico e il film