Il Tirreno

Commercio

“Gianna tutta panna” ora diventa anche una gelateria: dove e il giorno dell’inaugurazione

di Cecilia Cecchi
“Gianna tutta panna” ora diventa anche una gelateria: dove e il giorno dell’inaugurazione

Il locale a Campiglia in piazza del Mercato

14 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





CAMPIGLIA. “Gianna tutta panna “non solo Ape stile Happy Days: sarà una vera gelateria in piazza del Mercato. Inaugurazione il 19 maggio alle 17.

«Dopo così tanto girovagare per quattro anni e poco più ho deciso di intraprendere questa nuova avventura avvincente, per me è la più bella! » spiega Gianna Gentili ormai per i tantissimi amici che la seguono e la apprezzano pure via social “Gianna tutta panna”. Per i bambini che l’adorano – fuor iri da scuola come a ridosso della spiaggia – la rappresentazione vivente del cartone animato com’è sugli adesivi e sul logo del suo Apino su misura.

A Campiglia Gianna non sarà da sola: «Con me Marta Barlettani, 23 anni e Monica Gini 62 da Venturina. Età diverse ma sono donne come me: non è mai troppo tardi per cambiare vita e mettersi in gioco». Storia di vita che da sé pare un film. A lungo impegnata con l’eleganza e con le persone anche se in ambito del tutto diverso, in negozi di abbigliamento grandi firme; poi ha seguito il desiderio di cambiare tutto inventandosi – mesi d’inizio pandemia – con la rivendita itinerante di gelato con l’Ape vintage: colori di attrezzature e abbigliamento stile anni Sessanta.

«Era il momento di fare questo passo – aggiunge Gianna – con il mio Ape mi sono appoggiata ad altri gelatai della zona, sempre di alto livello, ma adesso volevo finalmente produrlo il gelato. Campiglia l’ho scelta perché è il mio Comune, ma anche perché è un paese dove mi sento accolta. Piccolo borgo adatto alla mia idea di gelateria . Avevo pensato di ricavarmi uno spazio in un’azienda agricola, ma poi il mio amico Davide d’Onofrio (ristorante “Canovaccio” ndr) mi ha detto “vieni c’è il fondo adatto... sei perfetta per Campiglia”. Aveva ragione, non lo ringrazierò mai abbastanza. In questa piazza ho sentito il mio posto del cuore».

«Io non ci sarò sempre – dice Gianna – ma l’atmosfera sì, con arresi e musica rigorosamente anni Cinquanta - Sessanta come per l’Apino. Un piccolo spazio su misura per i prodotti locali, gelato naturale: 8 gusti come una volta. Più le famose cremolate siciliane, e qui mi aiuterà un esperto. Partiremo dalla colazione: brioches e cremolata di mandorle e caffè, more di gelso e panna più fiori edibili. La nostra giornata ideale comincerà col sorriso delle Ragazze pannose. Un raggio di spensieratezza mentre si sta aspettando». Insomma un sogno che non si ferma. «Vince la volontà – sorride Gianna – non è sempre stato facile, ma non mi sono scoraggiata. Neppure dinanzi alle salite. A volte, in alcuni Comuni, hanno cercato di stoppare il mio progetto “accontentandomi” perché aveva sollevato troppa polvere, magari mettendomi a disposizione posti totalmente inadeguati per servire alimenti del genere». Arrendersi mai.

«Continuerà a sfrecciare sull’Apino. Da Certaldo il mio clone Marta Macini Tutta panna starà qui da me per luglio, agosto e settembre per sostenere le mie uscite notturne nei villaggi turistici, per – sorride – condividere gioia con tutti i bambini. Grazie a quanti mi sono vicino, alla mia famiglia, non avrei pensato che sarei riuscita a fare anche quest’altra piccola cosa, che ai miei occhi, è grande non avrei mai pensato di aprire una gelateria e produrre gelato! Invito tutti a condividere l’inizio di questo nuovo cammino il 19 maggio!»».


 

Le ultime
Pianeta scuola e università

Ferrari, Don Abbondio e colesterolo: cosa c’è nel test di Medicina e quando usciranno i risultati