Il Tirreno

La polemica

Unicoop Tirreno apre a Pasquetta, la Cgil protesta

Unicoop Tirreno apre a Pasquetta, la Cgil protesta

Il sindacato attacca: «Disatteso quanto previsto dal contratto integrativo»

28 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





PIOMBINO. Sono diversi i supermercati Unicoop Tirreno che resteranno aperti a Pasquetta. Una scelta che, se da un alto amplia il ventaglio di possibilità per i clienti, dall’altro ha fatto arrabbiare il sindacato Cgil, che contesta la decisione ravvisando il mancato rispetto del contratto integrativo.

I punti vendita aperti

In provincia di Livorno saranno aperti a Pasquetta i supermercati di Cecina, Rosignano Solvay, San Vincenzo, Marina di Campo, Mola, Capoliveri, Riotorto (dalle 8 alle 13), di Marina di Castageto e Marina di Bibbona (8-13; 15,30-19,30) e Salivoli, Venturina Terme, (8-13,30).

La protesta del sindacato

Per il sindacato la scelta di Unicoop di tenere aperti i supermercati è stata assunta «disattendendo gli accordi presi con le organizzazioni sindacali». «Nel contratto integrativo stipulato con l’azienda era previsto che per alcune festività – tra cui il giorno di Pasquetta - fossero tenuti chiusi tutti i punti vendita – spiega Fabrizia Brogi, segretaria generale Filcams-Cgil provincia di Livorno – Nel caso in cui Unicoop Tirreno avesse voluto effettuare aperture in determinati negozi avrebbe dovuto aprire un tavolo di confronto con il sindacato. Confronto che non c’è stato: l’azienda ha proceduto unilateralmente, senza aprire discussione alcuna». Unicoop Tirreno, interpellata dal Tirreno , ha preferito non rilasciare dichiarazioni in merito.

I presìdi

Oggi la Cgil effettuerà presìdi e volantinaggi davanti ad alcuni punti vendita Unicoop Tirreno della provincia contro una decisione definita «grave». I presìdi si terranno a Livorno (Parco Levante ore 10-12), Cecina (ore 9-10,30), Rosignano (ore 11-12,30), Donoratico (14-15,30); Salivoli ( 8,30-10), Venturina (ore 10,30-12), San Vincenzo (ore 16-17).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Lo studio

Comuni più ricchi d’Italia, una sorpresa in Toscana – La classifica completa e i dati per ogni regione