Il Tirreno

Covid, altro pieno di contagi: 52 positivi

Antonella Danesi

Dati preoccupanti nelle ultime 24 ore: nuove misure restrittive per palestre, bar, locali e all’interno dei supermercati

30 dicembre 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Antonella Danesi

PORTOFERRAIO. Aumentano i positivi sull’isola. Nella giornata di ieri sono stati 52 i contagi arrivati dai 134 tamponi effettuati nella giornata precedente. Continuano i tracciamenti dei contatti con i positivi e i conseguenti screening anche questi con un trend in crescita, tanto che sempre nella mattinata di mercoledì i tamponi effettuati all’ospedale elbano sono stati 220. L’andamento della positività si è dunque assestato intorno al 32 per cento e se il dato dovesse essere confermato, per la giornata di oggi ci si attende altri 60 contagiati circa. Il presidente della conferenza dei sindaci sulla sanità e sindaco di Portoferraio, Angelo Zini fa sapere che si sta pensando di spostare il punto prelievo per i tamponi fuori dall’ospedale, visto il problema delle lunghe code di auto sulle strade principali e il grande numero di persone che orbita intorno al nosocomio elbano ormai da qualche giorno. «Dobbiamo avere l’autorizzazione dalla Asl – dice Zini – si tratta di qualche ora ancora, quindi speriamo nei prossimi giorni di potere attuare questa soluzione». Si era parlato della zona del parcheggio di San Martino, ma Zini lancia anche la proposta della piazzola di atterraggio dell’elisoccorso dietro il campo sportivo nella zona dei cimiteri di Portoferraio. «Qui – dice – si potrebbe continuare con i tamponi molecolari, perché è nato un altro problema, ovvero con il nuovo sistema dei tamponi rapidi che sono equiparati a quelli molecolari, le farmacie sono andate in difficoltà, in quanto è cambiato il sistema di invio alle Usl, e ci vorrà qualche giorno per equipararsi». Intanto per oggi, vista la veloce propagazione dell’epidemia da virus covid-19, l’amministrazione comunale di Porto Azzurro ha organizzato uno screening con tamponi rapidi, alle 10,30 presso il palazzo comunale. «Raccomandiamo larga partecipazione – ha commentato il sindaco Maurizio Papi – perché questo assieme alla correttezza dei comportamenti è l’arma fondamentale per cercare di limitare al massimo la diffusione del virus».

Sono esclusi dallo screening i positivi e le persone in quarantena, mentre è raccomandata la partecipazione di adolescenti e giovani «in quanto – aggiunge Papi – è proprio in queste fasce di età che il virus trova la massima diffusione. Verosimilmente anche per i comportamenti non coerenti con le disposizioni governative». I comuni di Marciana e Marciana Marina hanno emanato un’ordinanza che impone la chiusura di bar enoteche e pub alle 21 e per il 31 dicembre dispone la chiusura di queste attività e dei ristoranti alle 1 del 1 gennaio 2022. Sono vietate feste, eventi e concerto sia che si svolgano in ambienti chiusi che all’aperto che implichino assembramenti. Marciana Marina ha disposto anche la chiusura e la sospensione, precauzionale, di tutte le attività connesse negli impianti sportivi del Comune di Marciana Marina fino al 9 gennaio 2022 , in particolare nel campo sportivo di Caparutoli e dello Sporting Cub in via Aldo Moro. A Capoliveri il sindaco Montagna ha contingentato gli ingressi (massimo venti) nei supermercati Conad, Coop e Brco Ok del paese. Insomma, si cercano altre difese contro il propagarsi del virus.

Primo piano
Il caso

Livorno, evade dal carcere delle Sughere: chi è e come è riuscito a scappare

di Stefano Taglione