Il Tirreno

Serie B

Carrarese, quattro sfide inedite: ci sono anche Sampdoria e Palermo

di Luca Santoni
Carrarese, quattro sfide inedite: ci sono anche Sampdoria e Palermo

Le altre due squadre mai incrociate dagli azzurri sono Salernitana e Cosenza

28 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





CARRARA. Dopo 76 anni la Carrarese tornerà a calcare i campi della Serie B. Un campionato tutto nuovo da conoscere in fretta. Il calendario, che verrà pubblicato mercoledì 10 luglio a La Spezia, sarà scandito anche da alcuni incroci inediti per la Carrarese, contro avversari mai affrontati prima nella storia azzurra. Il primo nome che salta subito agli occhi, anche perché tra i più blasonati della cadetteria, è quello della Sampdoria. La Carrarese non ha mai affrontato in campionato i blucerchiati genovesi. Ci sono, invece, alcuni antichi precedenti contro la Sampierdarenese e l'Andrea Doria, le due società che, fondendosi, diedero vita alla Sampdoria nel 1946.

Un altro pezzo da novanta che la Carrarese sfiderà per la prima volta è il Palermo. Sempre al sud, gli altri due incontri inediti per gli azzurri saranno quelli col Cosenza e contro la Salernitana.

Esistono, invece, precedenti con tutte le altre squadre iscritte alla prossima Serie B. Le formazioni del nord: Brescia, Cittadella, Cremonese, Mantova, Sudtirol, Spezia. Quelle del centro: Pisa, Cesena, Frosinone, Reggiana, Modena, Sassuolo. Le restanti società del sud: Bari, Catanzaro e Juve Stabia. Consiglio federale, ribadita la contrarietà della B alle seconde squadre.

Dal suo sito ufficiale, si apprende che la Lega B, in merito al punto all’ordine del giorno inerente alle seconde squadre, ha ribadito in Consiglio Federale la propria posizione di contrarietà, rilevando la permanenza della gravissima violazione statutaria commessa a suo tempo, con l’introduzione della norma, ed evidenziando come l’accesso al campionato della Serie BKT comporti uno squilibrio al principio di equa competizione non potendo esservi promozione, con chiara alterazione dell’integrità del merito sportivo. Su questo secondo punto, sulle dinamiche cioè di alterazione dell’equilibrio competitivo, il presidente Gravina ha comunicato che la Federazione chiederà un approfondimento alla Corte federale. Il presidente Balata ha chiarito come in Europa solo la Spagna abbia un meccanismo analogo che però si colloca in un sistema alquanto diverso dal nostro, con le difficoltà di attuazione del sistema delle seconde squadre che stanno emergendo in tutta la loro illogicità ed evidenza.
 

Primo piano
Ambiente

«No alla nuova funivia»: rivolta contro l’ecomostro sull’Appennino tosco-emiliano. I motivi della protesta

di Cristiano Marcacci
Sport