Il Tirreno

Il lutto

Carrara, muore a 56 anni pioniera del volontariato


	Marilena Sanguinetti
Marilena Sanguinetti

Il figlio l'ha trovata senza vita in casa. Fra le promotrici della Vab, era stata anche dipendente della Pam di Caniparola

31 dicembre 2023
2 MINUTI DI LETTURA





CARRARA. Grave lutto nel mondo dell’associazionismo e del volontariato, per la scomparsa a 56 anni di Marilena Sanguinetti, pioniera della Vab, la Vigilanza antincendi boschiva, nella nostra città. Da alcuni anni era alle prese con una malattia che nonostante la gravità aveva sempre affrontato a testa alta, in questo sicuramente aiutata dal dna familiare di coraggio e determinazione, visto che era una dei sei figli di Ferdinando Sanguinetti, presidente dell’Anpi, staffetta partigiana.

Fin quando ha potuto aveva lavorato per oltre vent’anni alla Pam di Caniparola, dove si era distinta per professionalità e le capacità, e nel frattempo come detto con altri volontari, che oggi la piangono aveva dato il via alla Vab, con una particolare sensibilità verso l’importanza della protezione civile in un territorio complicato e difficile come il nostro.

Vedova da 18 anni di Guido Antolini, lascia un figlio, Daniel, il padre Ferdinando Sanguinetti e la mamma Giuseppina, oltre ai fratelli Johnny, Maurizio, Paolo, Daniele e Sonia.

Lo scorso pomeriggio è stato il figlio Daniel, rientrato in casa per aiutarla nelle cure quotidiane, a trovarla esanime; subito sono stati chiamati i soccorsi e, come raccontano i familiari, il personale intervenuto ha provato a lungo a rianimarla, ma purtroppo non c’è stato niente da fare.

Martedì 2 gennaio la salma sarà trasportata alla chiesina di Turigliano, e il 4 ci sarà la cremazione. Numerosi i messaggi di vicinanza e cordoglio alla famiglia, anche sui social. Scrive Laura: “La vita ti ha messo a dura prova, ma tu hai sempre lottato con caparbietà e determinazione e soprattutto con il tuo bel sorriso fino a qualche giorno fa. Non ci sono parole né giuste né appropriate se non una grande tristezza e un grande dolore per tutti quelli che ti hanno conosciuto e soprattutto per la tua gran bella famiglia che, in questi giorni sta affrontando un dramma nel dramma. Ciao Marilena, ora sei serena. Un pensiero al carissimo Nando ed un abbraccio ai tuoi cari». E Fabrizio: «Ciao Mari, i tuoi Soci», con il cuore e il simbolo della Vab. Proprio i mezzi della Vab scorteranno la salma di Marilena dall’obitorio fino alla chiesina di Turigliano martedì 2 gennaio, come forma di omaggio.
 

Primo piano
L’emergenza

Talamone, è morta la balena che era rimasta incastrata in porto – Video

di Ivana Agostini