Il Tirreno

i controlli di dicembre 

Multe a 386 cittadini senza mascherina Sanzionati anche 16 locali inadempienti

Alessandra Vivoli
Multe a 386 cittadini senza mascherina Sanzionati anche 16 locali inadempienti

La linea dura del prefetto: per Capodanno andremo a fare verifiche anche nei circoli privati che si improvvisano discoteche

30 dicembre 2021
3 MINUTI DI LETTURA





Alessandra Vivoli

massa carrara. I dati, preoccupanti, della nuova ondata del Covid. Le disposizione dell’ultima circolare del Ministero dell’interno. I controlli, i numeri e le sanzioni effettuate in poco più di venti giorni (dal due al 28 dicembre) nella provincia di Massa Carrara.

Ma anche un appello al buon senso che arriva non solo dal prefetto ma anche, fuori dal ruolo, dal padre di famiglia che, come molti altri non solo in provincia ma in tutto il Paese, vive queste feste davvero particolari.

Il prefetto Claudio Ventrice ha parlato di tutto questo nell’intervista concessa al Tirreno. Una lunga chiacchierata che comincia con un appello. «Bisogna vaccinarsi, non solo per salvare vite umane ma, anche, per far ripartire l’economia. Adesso stanno arrivando i finanziamenti del Pnrr (piano nazionale di ripresa e resilienza ndc) il Paese deve essere pronto, non deve farsi trovare chiuso».

Prefetto qual è la situazione in provincia sul fronte di controlli e prescrizioni?

«Circa un’ora fa ho ricevuto, come tutti i prefetti d’Italia, la circolare esplicativa del Ministero dell’interno che riguarda l’ultimo decreto del presidente del consiglio. Per domani (stamani per chi legge ndr) ho già convocato il comitato di pubblica sicurezza per fare il punto, anche alla luce di quanto è stato già messo in campo. Il comitato, infatti, è stato costituito dieci giorni fa per una serie di controlli a 360 gradi, per strada, nei locali, sui mezzi pubblici, sul green pass. Settimanalmente questi dati vengono messi in una piattaforma e inviati al Ministero. Il territorio quindi, mi sento di dire, è attenzionato con grande scrupolosità».

Come stanno andando i controlli?

«Per controllare capillarmente il territorio è stato impiegato tantissimo personale. E lo sforzo è stato grande considerato che, durante le feste dobbiamo prestare massima attenzione anche alla sicurezza (per quel che riguarda i furti) e anche essere presenti in caso di manifestazioni sportive, come le partite di calcio. Detto questo il lavoro fatto è stato davvero enorme: abbiamo controllato 7.705 persone per quel che riguarda il Green pass e di queste ne sono state sanzionate (secondo l’articolo 9 bis del decreto ministeriale) soltanto 24 perché si trovavano all’interno dei bar o sui mezzi senza esserne in possesso. Sono state inoltre sanzionate 386 persone che non indossavano la mascherina».

E per quel che riguarda i locali, bar e ristoranti?

«Dal 2 al 28 dicembre ne sono stati controllati 1.340 e sono state sporte 16 denunce per la non osservanza delle regole imposte dal periodo di pandemia. Ma c’è anche una cosa che mi fa piacere annunciare: ho ricevuto une esposto dagli esercenti del ballo che parlano di circoli privati che organizzano cenoni con musica. E proprio per questo motivo non solo ringrazio per la segnalazione, ma nei prossimi giorni avvieremo i controlli anche nei circoli privati e nelle discoteche che si trasformano in ristorante per poi “accende la musica” e non attenersi alle regole. Ho dato disposizioni precise per un monitoraggio capillare, proprio a seguito di una segnalazione che arriva da una categoria che, per ragioni legate al Covid, sta affrontando un periodo particolarmente difficile. Rimanendo nel rispetto delle regole».

Qual è il suo appello alla vigilia del Capodanno?

«È molto semplice, bisogna soltanto rispettare le regole, e soprattutto bisogna vaccinarsi. Questa è la strada per la ripresa, sia dal punto di vista sanitario che da quello dell’economia e del lavoro».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
Il caso

Livorno, l’evaso dal carcere ripreso alla stazione di Roma Tiburtina