Il Tirreno

a borgo del ponte 

Pulizia “fai da te” e annaffiatura degli aranci

Sara Lavorini
Pulizia “fai da te” e annaffiatura degli aranci

31 agosto 2021
2 MINUTI DI LETTURA





massa. Continuano le giornate di pulizia della città portate avanti dai cittadini. Ad armarsi di guanti, sacchetti e palette questa volta sono stati i volontari dell'associazione Borgo del Ponte - S.Lucia - Capaccola che hanno pulito la zona in prossimità della Piazza Porta Genovese a Borgo del Ponte e annaffiato le piante di aranci presenti. Sono circa una decina i componenti dell'associazione, attiva dal 2013, che da diversi anni si impegnano per valorizzare l'antico quartiere di Massa organizzando eventi e giornate destinate al mantenimento del paese. «La nostra associazione ringrazia i cittadini che nei giorni scorsi hanno provveduto ad innaffiare gli aranci e a pulire il quartiere - dichiara Vincenzo Ozioso presidente dell'Associazione Borgo del Ponte - S.Lucia - Capaccola -, perchè sono veramente una risorsa umana importante per tutta la comunità. Questa catena si ripete fin dalla nascita del nostro gruppo e, ha consentito di tener pulito e di non far seccare gli aranci che nei periodi caldi sono davvero mal ridotti». Alla fine della giornata i volontari si sono concessi un brindisi alla salute di fronte alla fontana storica del borgo, di cui quest'anno ricorre il trecentesimo anniversario essendo stata risistemata appunto nel 1721. «Ci prendiamo cura del nostro quartiere - sostiene Lucia Spina volontaria - perché è giusto farlo. Svuotiamo i cestini che la nostra associazione ha posizionato, togliamo le erbacce che crescono lungo la strada e ci preoccupiamo di dare il buongiorno ai nostri anziani, sperando che la pulizia e la buona educazione siano contagiose». Sempre grazie ai volontari è stata ripulita anche la scalinata e la piazzetta a Borgo del Ponte, in occasione dell'accoglienza dei pellegrini che stanno percorrendo la via Francigena. «L’Associazione di cittadini promuove il decoro, la pulizia e anche la solidarietà alle persone in difficoltà. Il Borgo - conclude Giordana Becagli volontaria - è la nostra casa, è importante capire che i luoghi pubblici sono un bene comune».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
La tragedia

Argentario, neonato morto su una nave crociera: fermata la mamma, è accusata di omicidio