Il Tirreno

Livorno

Edilizia ed educazione

Coltellini, il via slitta a settembre. La scuola sarà intitolata a Frangilli

di Juna Goti
Coltellini, il via slitta a settembre. La scuola sarà intitolata a Frangilli

Lavori in dirittura di arrivo dopo i problemi nel reperire i materiali

21 febbraio 2023
2 MINUTI DI LETTURA





Livorno Sarà intitolato a Serenella Frangilli il nuovo polo scolastico che sta per essere completato in via Coltellini, in Corea. Frangilli, scomparsa nel 2013, è stata per anni dirigente del Comune, prima dell’ufficio pubblica istruzione e poi dei servizi alla persona: dalle sue idee e dal suo impegno è nato e si è sviluppato negli anni l’attuale sistema dei servizi educativi della città e in parte anche del resto della Toscana, come ricordò il giorno della sua scomparsa l’allora sindaco Alessandro Cosimi («abbiamo perso una persona di valore, impegnata dalla parte dei bambini, delle famiglie, delle donne»).

«In via Coltellini – ricorda la vicesindaca Libera Camici – si sposteranno i bambini della scuola di infanzia Menotti (circa 75), che oggi sono nella scuola volano di Corea, più i bambini della materna statale Pian di Rota».

Intervistata nel marzo del 2022, Camici aveva dichiarato che il nuovo polo scolastico di Corea sarebbe stato inaugurato a gennaio di quest’anno, con spostamento di tutte le attività nel periodo natalizio. «Ma il cantiere, così come molti altri cantieri – spiega oggi – ha avuto difficoltà a reperire i materiali necessari per il cappotto esterno. Questo ha causato rallentamento rispetto ai piani iniziali. Ma i lavori interni stanno andando avanti regolarmente. E comunque questo slittamento non comporta problemi di gestione dei servizi, visto che i bambini fanno regolarmente lezione nelle loro strutture». «Contiamo di farcela – conclude – per settembre: faremo una bella inaugurazione con l’avvio dell’anno scolastico».

In via Coltellini sono in fase di ultimazione i due nuovi blocchi comunicanti, ecosostenibili. Il progetto, con il reperimento dei finanziamenti regionali, poggia le basi nella precedente consiliatura. Sono stati investiti tre milioni di euro, due della Regione Toscana e uno del Comune.

Le ultime
Il decreto

Dal governo via libera al Salva-casa: vetrate e sanatorie, le nuove regole