Il Tirreno

Livorno

campionati italiani giovanili 

Greta Viti, è livornese la regina degli scacchi Bene Barbetti e Lensi

R.R.

31 agosto 2021
2 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Sabato si sono conclusi i campionati italiani giovanili di scacchi dopo 7 giorni e 9 combattutissimi turni di gioco.

Ben 630 ragazzi e bambini dai 6 ai 19 anni provenienti da tutta Italia si sono sfidati al nobil giuoco presso il Palazzo dei congressi di Salsomaggiore Terme.

Buona la prestazione della folta rappresentanza livornese, la più ricca di sempre, con ben 7 giocatori tesserati all’ASD Livorno Scacchi che hanno tenuto alto il colore amaranto della scuola di scacchi federale intitolata a Carlo Falciani.

Strepitosa la prestazione di Greta Viti che nel torneo femminile under 12 si è classificata all’8° posto con 5 punti e e mezzo dopo aver a lungo cullato la speranza di classificarsi fra le prime tre.

Greta è al suo primo anno alla scuola di scacchi e ovviamente al suo primo campionato italiano ed è una grande promessa degli scacchi livornesi, una vera “regina degli scacchi” che sull’onda della famosa serie televisiva si è avvicinata al gioco dei re. Solo l’emozione e l’inesperienza le hanno impedito un risultato ancora migliore.

Nel fortissimo torneo under 16 maschile – 88 giocatori fra cui maestri e candidati maestri – lusinghiera prestazione di Raul Barbetti che totalizza 5 punti e si piazza 26esimo a pari merito, sfiorando la terza categoria nazionale per cui è maturo.

Nel torneo under 12 con 118 partecipanti buona prestazione di Ettore Lensi che al suo primo campionato italiano e dopo un solo anno di scuola di scacchi ha realizzato 4 punti.

Nel torneo under 10 che vedeva la presenza di ben 4 livornesi, di cui 3 absolute beginners, bravo Ettore Sassi, fra i primi 10 fino all’ultimo turno, nel quale purtroppo è stato sconfitto. 5 punti e mezzo per lui e quattordicesima posizione a pari merito.

Sorprendente Filippo Buonagurio, 9 anni non ancora compiuti, che realizza 5 punti e si piazza nella parte alta della classifica.

Applausi anche per Matteo Masi ed Edoardo Fulgentini, anch’essi 9 anni non ancora compiuti e alla loro prima esperienza in un torneo così difficile. 3 punti e mezzo per entrambi e davanti tante occasioni per rifarsi.

Al termine del torneo soddisfatto il presidente dell’ASD Livorno Scacchi Andrea Raiano e i tecnici federali della scuola di scacchi Maurizio Soventi e Ennio Politi per questo risultato che ha contribuito al grande exploit della Toscana che si è piazzata al quinto posto nel computo generale dei risultati.

La scuola di scacchi “Carlo Falciani” riaprirà i battenti il 18 settembre al Museo di storia naturale e al Circolo Arci Carli a Salviano.

Venerdì 10 settembre riprende anche l’attività di scacchi al circolo Carli con sessioni di gioco libero aperte ai soci dalle 17 alle 20.



Le ultime 
Il lutto

È morto Enrico Favilli: San Vincenzo piange “Pippo”, il primo mister di Mazzarri

di Luca Centini
Sport