Il Tirreno

Livorno

Il voto

Elezioni comunali a Livorno, boom di preferenze per l’assessore Raspanti: «Riconferma in giunta? Decide il sindaco»

di Stefano Taglione

	L'assessore Andrea Raspanti (foto d'archivio)
L'assessore Andrea Raspanti (foto d'archivio)

Il delegato uscente al sociale e alla casa comprensibilmente soddisfatto: «Significa che finora abbiamo lavorato bene»

10 giugno 2024
1 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. «Fa piacere raccogliere un così alto numero di preferenze, anche perché in questa campagna elettorale non ho fatto promozione al mio nome, ma alla coalizione di cui faccio parte. Sono soddisfatto anche per l’ottima performance di “Livorno civica”, terza forza dietro al Pd e a Fratelli d’Italia».

Fra i campioni di preferenze dell’ultima tornata elettorale, primo degli assessori uscenti, c’è Andrea Raspanti. L’ex delegato al sociale e alla casa, questo il suo ruolo in giunta nel Salvetti I, ha raccolto il 376 suffragi a poche sezioni dal termine dello spoglio, risultando eletto – se non tornerà in giunta – in consiglio comunale. «Il risultato raggiunto dal centrosinistra è molto importante – prosegue l’assessore – con queste percentuali quasi un unicum in Italia. Significa che Luca Salvetti ha lavorato bene e che le persone glielo hanno riconosciuto, altrimenti non avremmo vinto al primo turno».

La conferma in giunta di Raspanti, in un ruolo di peso visti i voti conquistati dopo aver fatto già parte dell’organismo di governo, è estremamente probabile. Ma lui non si sbilancia: «Sul ruolo che avrò nel Salvetti II deciderà il sindaco, c’è tempo».

Primo piano
La stagione in arrivo

Toscana, l'estate del turismo parte col vento in poppa ma pesano i capricci del meteo

di Barbara Antoni