Il Tirreno

Grosseto

Grifone. La prima delle sei finali. Il Ponsacco non perde da un mese

di Paolo Franzò
Capitan Riccardo Cretella in azione (foto Agenzia Bf)
Capitan Riccardo Cretella in azione (foto Agenzia Bf)

La squadra di Malotti scenderà in campo sapendo già i risultati delle altre big

27 marzo 2024
2 MINUTI DI LETTURA





GROSSETO. Vigilia di campionato per il Grifone che domani alle 18, allo Zecchini, ospita il Mobilieri Ponsacco. Giorno insolito e orario insolito per i biancorossi che andranno in campo dopo che tutte le altre squadre avranno già giocato e quindi conoscendo il risultato di FolGav, Pianese e Livorno, ovvero le tre che stanno davanti alla banda di mister Roberto Malotti. Una condizione davvero particolare con le altre big del girone impegnate tutte in turni apparentemente semplici. Solo un’uscita a vuoto clamorosa davanti potrebbe riaprire la corsa al vertice per il Grosseto che può e deve comunque cercare di chiudere al meglio questo campionato.
Inutile, a questo punto, star qui a rimarcare colpe o errori che in tutti lasciano oggi una marea di rimpianti per un torneo che alla fine, era ampiamente alla portata di questa squadra. Non è questo il tempo dei bilanci, con 18 punti ancora in palio e dei playoff – che spesso, tuttavia, servono a ben poco – ancora da giocare.
Grifone che comunque domani sera deve provare a battere una squadra alla disperata ricerca di punti salvezza, sulla carta ormai quasi condannata alla retrocessione, ma capace nelle ultime cinque gare di vincere in casa della Pianese e pareggiare nelle altre quattro partite e quindi imbattuta da oltre un mese.
Segnali che devono far alzare il livello di attenzione nei giocatori, semmai qualcuno dovesse pensare a una partita facile. Soprattutto visti i recenti precedenti della retroguardia biancorossa che nelle sei gare della gestione Malotti ha incassato ben nove reti. Contro le stesse avversarie nel girone di andata, le reti prese da Raffaelli furono appena tre. Paradossalmente però, con Malotti sono arrivati dodici punti, contro gli undici targati Bonuccelli. Piccole curiosità che non cambiano la sostanza. Grosseto “condannato” a vincere le ultime sei gare, “gufando” al contempo le altre.
Mancherà Aprili domani sera, fermato per un turno dal giudice sportivo. Chissà se Malotti si affiderà ancora agli under per il reparto arretrato o se cambierà qualcosa; forse un pizzico di equilibrio in più in una squadra decisamente offensiva sarebbe opportuno, ma a questo punto, contano più le motivazioni che i sistemi di gioco.


 

Vespa World Days
Le voci dei vespisti

Vespa World Days a Pontedera, cala il sipario sul maxi raduno: «La cosa più bella? Gli amici e che meraviglia la parata»

di Federica Scintu