Il Tirreno

Grosseto

Viabilità

Strada del Cipressino, aggiudicati i lavori: conto alla rovescia per i cantieri. Cosa prevede il progetto

di Massimiliano Frascino
Strada del Cipressino, aggiudicati i lavori: conto alla rovescia per i cantieri. Cosa prevede il progetto

Grosseto, la Provincia vorrebbe iniziare già nel corso dell’estate. L’appalto da 1,6 milioni è andato a una ditta di Foiano della Chiana

30 maggio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





GROSSETO. In dirittura d’arrivo i lavori di adeguamento del primo stralcio in località “Magliesi” della strada regionale 64 del “Cipressino”, che risalendo le pendici dell’Amiata collega Paganico ad Arcidosso.

Ieri la dirigente della Provincia Silvia Petri ha licenziato la determina n° 737 con cui è stato aggiudicato l’appalto per 1,682 milioni di euro, 291mila dei quali per costi della manodopera. Al netto di Iva (22%) e costi per la sicurezza. Ad aggiudicarsi la realizzazione dell’opera la Ices srl di Foiano della Chiana .

«Lo scorso 23 aprile – spiega il presidente della Provincia, Francesco Limatola – il Cipess (Comitato interministeriale per la programmazione economica e lo sviluppo sostenibile) approvava formalmente l’accordo di coesione tra governo e Regione Toscana, nel quale era compreso l’adeguamento della strada del Cipressino. Atto propedeutico all’investimento complessivo di 65 milioni di euro a valere sui fondi di coesione. Oggi, dopo essere già intervenuta sulla variante del “Casalino”, la Provincia di Grosseto investe complessivamente altri 3,9 milioni di euro fra progettazione, lavori, opere per la sicurezza e Iva, con l’obiettivo di adeguare il primo stralcio funzionale del tratto in zona Magliesi, compreso tra il ponte della Zancona e l’inizio del tratto a tre corsie che porta al bivio per Arcidosso. Un altro tassello di un puzzle al completamento del quale avremo un’arteria completamente rinnovata, a scorrimento più veloce e con maggiore sicurezza. Con benefici notevoli sia per la popolazione residente nei Comuni amiatini e per le imprese che operano in quell’area, sia per i flussi turistici che raggiungono la montagna sia nel periodo estivo che in quello invernale, quando le piste da sci sono innevate».

L’intervento prevede l’adeguamento a standard F1 della strada regionale n° 64, con la realizzazione di due corsie di 3,5 metri ciascuna, e banchina laterale larga un metro, per una sezione totale del sedime stradale di nome metri. Le opere, in particolare, oltre a prevedere il rifacimento del fondo stradale per 3,4 km di lunghezza (dal km 22, 6 al km 25), comporteranno anche l’addolcimento di alcune curve. Così da rendere la transitabilità della strada più veloce, ma anche più sicura. Questo primo stralcio parte dal tratto iniziale a tre corsie già esistente, in direzione Grosseto. Il secondo stralcio, che sarà finanziato con una quota dei 65 milioni del fondo di coesione, invece, si protrarrà fino al ponte sul torrente Zancona.

«L’intervento – spiega l’ingegner Alessandro Vichi, dirigente del settore lavori pubblici della Provincia – si dovrà concludere in 460 giorni lavorativi (un anno e mezzo). Ancora non abbiamo contattato la ditta vincitrice per concordare l’inizio dei lavori. L’ideale sarebbe cominciare subito, perché nel periodo estivo la produttività è molto più alta e i lavori procedono più velocemente che in inverno. Ma mi rendo conto che istituire il senso unico alternato su un’arteria vitale per i collegamenti dell’Amiata alla quattro corsie che a valle passa per Paganico, potrebbe rappresentare un problema nel periodo di picco delle presenze turistiche. Di solito questo tipo di lavori vengono concordati con i sindaci coinvolti, per cui penso attenderemo l’insediamento delle nuove amministrazioni a seguito delle elezioni dell’8 e 9 giugno».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Estate

Docce in spiaggia, niente divieto in Toscana: sì all’acqua non potabile, ma solo per quelle in più