Il Tirreno

Grosseto

Calcio: Serie D

Grifone, maxi squalifica: porte chiuse e campo neutro fino al 30 maggio


	Le proteste verso l'arbitro nel finale di gara (foto Agenzia Bf)
Le proteste verso l'arbitro nel finale di gara (foto Agenzia Bf)

Il giudice sportivo dopo il derby con il Livorno: «Offese, sputi e calci all’arbitro e all’assistente, spinta contro il muro la guardalinee»

28 febbraio 2023
1 MINUTI DI LETTURA





GROSSETO. Che il finale post derby con il Livorno avesse degli strascichi era quasi preventivato e la decisione del giudice sportivo era molto attesa. Ebbene: per il Grosseto è arrivata la squalifica del campo fino al 30 maggio 2023 con le gare che saranno giocate in campo neutro e a porte chiuse; inoltre è scattata pure una sanzione di cinquemila euro. Decisione presa, si legge nel comunicato del giudice sportivo arrivato oggi, martedì 28 febbraio, «per l’indebita presenza al termine della gara, nell’area degli spogliatoi, di una decina di persone chiaramente riconducibili alla società le quali accerchiavano la terna arbitrale rivolgendo loro espressioni offensive e minacciose nonché spinte, impedendo agli ufficiali di gara di accedere allo spogliatoio».

E ancora: «Nella circostanza l’arbitro e un a.a. (assistente arbitro, ndr) venivano entrambi colpiti da due calci ai polpacci e da uno sputo (il primo ufficiale alle spalle, l’assistente al volto), mentre l’altra assistente veniva spinta con forza contro un muro. Gli ufficiali di gara riuscivano a raggiungere lo spogliatoio loro riservato con fatica e solo grazie all'intervento delle forze dell'ordine. Sanzione così determinata anche in ragione della recidiva».

Primo piano
La tragedia

Pisa, muore pallavolista di 32 anni a tre giorni dal malore in campo durante un torneo

di Andreas Quirici