Il Tirreno

Firenze

L’aggressione

Operaio aggredito e ferito alla schiena: blindava gli accessi dell’alloggio Erp per evitare che venisse occupato

Operaio aggredito e ferito alla schiena: blindava gli accessi dell’alloggio Erp per evitare che venisse occupato

Firenze, il gruppetto di aggressori avrebbe “puntato” l’abitazione per occuparla prima che venisse riassegnata. Luca Talluri (Casa Spa): «Un grazie alla polizia municipale intervenuta»

11 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





FIRENZE. Momenti di tensione oggi in un palazzo che ospita alloggi di edilizia residenziale pubblica in via Rocca Tedalda, alla periferia sud della città. Un operaio stava chiudendo gli accessi di un appartamento sfitto, ma la cosa evidentemente non è stata gradita da alcune persone, che prima gli hanno gridato contro e poi lo hanno aggredito. Sul caso sono in corso accertamenti della polizia municipale, che era presente sul posto con una pattuglia, in accordo con Casa Spa proprio per tutelare il lavoro degli addetti, e in ausilio anche agenti della squadra volante della questura. Il lavoratore, raggiunto da un colpo alla schiena, è rimasto ferito in modo lieve. Adesso ha tempo novanta giorni per presentare denuncia contro i responsabili del gesto.

Purtroppo non si tratterebbe del primo caso di questo tipo, tanto che da tempo Casa Spa ha preso accordi affinché i suoi incaricati siano assistiti da personale della municipale. Stamani gli addetti stavano blindando la porta e alcune finestre dell’alloggio, rimasto sfitto, per impedire eventuali occupazioni abusive prima che fosse riassegnato. Mentre erano al lavoro quattro persone, di probabile origine straniera, si sono avvicinare e hanno cominciato a inveire contro di loro. Una delle ipotesi al vaglio, è che avessero preso di mira lo stabile con l’intenzione di occuparlo, e che per questo non abbiano gradito l’intromissione degli operai. I protagonisti delle vicenda infatti non risultano assegnatari di alloggi popolari.

Oltre alle offese però è volato anche qualche colpo. A farne le spese un operaio, medicato alla schiena sul posto dai sanitari del 118. Gli agenti della polizia municipale sono riusciti a riportare la calma.

«Dispiacere – afferma il presidente di Casa SpA Luca Talluri – per l'episodio accaduto e ovviamente solidarietà all'operaio colpito nel corso di un diverbio con alcune persone, durante il montaggio delle finestre blindate ad un alloggio in via Rocca Tedalda. Ringrazio la polizia municipale che, come altre volte, era a vigilare il montaggio di porte e finestre a difesa del patrimonio Erp. È evidente, anche da questa piccola vicenda, l’efficacia e l’efficienza delle procedure e prassi che adottiamo come Casa Spa per gli alloggi sfitti».


 

Primo piano
di Matteo Scardigli

Corriere scomparso, ritrovato il cadavere durante il sopralluogo alla villetta ad Arcidosso. I misteri ancora da chiarire