Il Tirreno

Empoli

Empoli, Nicola ritrova i nazionali e Shpendi va in gol con l’Albania U21

Empoli, Nicola ritrova i nazionali e Shpendi va in gol con l’Albania U21

Squadra in campo nel pomeriggio: tutti al lavoro per l’obiettivo salvezza

28 marzo 2024
3 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. Continuano i lavori in casa Empoli in vista della trasferta di lunedì sera a San Siro contro l’Inter. Ieri mattina la squadra si è ritrovata agli ordini di Davide Nicola al Sussidiario della Carlo Castellani Computer Gross Arena per una nuova seduta di allenamento. Assenti, oltre al lungodegente Ebuehi, quasi tutti i convocati nelle rispettive Nazionali, eccezion fatta di Fazzini e Berisha. Il centrocampista dell’Under 21 dell’Italia è già rientrato in gruppo, mentre il portiere albanese dovrà sottoporsi a degli esami per capire quanto è grave la lesione al pettorale rimediata con le Aquile. Grassi e Ismajli, gli unici altri azzurri non al 100% della loro condizione fisica, si sono allenati a parte, ma nello staff azzurro filtra ottimismo nel poterli recuperare e averli a disposizione per la partita con i nerazzurri.

Oggi Luperto e compagni torneranno in campo nel pomeriggio, e non nel mattino come inizialmente annunciato dalla società. Uno spostamento deciso con ogni probabilità per venire incontro agli altri Nazionali, che così avranno qualche ora in più per tornare a Empoli e unirsi già da oggi al resto del gruppo. Le gare che vedevano protagonisti gli azzurri con le maglie delle rispettive Nazionali sono terminate e Nicola ha preferito non perdere nemmeno un giorno per avere di nuovo tutti a disposizione e tastare anche il polso di chi ha difeso i colori di Empoli, nel bene e nel male, in giro per l’Europa e non solo. Tra chi non si è risparmiato nemmeno un minuto c’è Liberato Cacace. Da capitano della Nuova Zelanda, il kiwi classe 2000 è stato sempre in campo nella sconfitta contro la Tunisia nella finale terzo-quarto posto di Winsunited Cup. Dopo essere andato vicino al gol alla mezz’ora con un tiro dalla distanza che ha costretto il portiere avversario a un super intervento per mantenere inviolata la propria porta, Cacace è stato poi espulso a partita praticamente finita dopo che è volata qualche parola di troppo con l’attaccante tunisino Elias Achouri.

Un altro azzurro che sicuramente non si è risparmiato è Razvan Marin. Partito titolare nell’amichevole tra Romania e Colombia, vinta dai colombiani per 3-2, Marin è stato sostituito al 70’con i sudamericani già avanti di due gol. Chi invece tornerà a Empoli senza aver trascorso un minuto sul terreno di gioco saranno Bereszynski e Walukiewicz. Nello spareggio decisivo che ha regalato il pass alla Polonia per Euro 2024, con la formazione allenata dal ct Probierz che ha superato ai rigori il Galles, entrambi gli azzurri sono rimasti in panchina. Poco spazio anche per Fazzini. Dopo essere stato gettato nella mischia nei minuti finali dal ct Nunziata in Italia-Lettonia di venerdì scorso, martedì Fazzini è stato spedito in tribuna e ha potuto quindi vedere solo dagli spalti i compagni dell’Under 21 affrontare (e pareggiare) contro i pari età della Turchia.

Rimanendo sempre in tema di Under 21 e di qualificazioni agli Europei riservati alla categoria, chi ha lanciato un bel messaggio a se stesso ma anche a Davide Nicola è senza ombra di dubbio Stiven Shpendi. La sua Albania ha ceduto il passo per 3-1 contro la Svizzera, ma l’unica rete realizzata dalle Aquile porta proprio la firma della punta azzurra. Su una respinta corta dopo un calcio di punizione battuto dall’Albania, Shpendi ha raccolto la sfera dentro i sedici metri avversari e con un destro al fulmicotone ha battuto l’estremo difensore elvetico. L’ultima partita con un empolese coinvolto da segnalare è il successo per 2-0 della Georgia Under 21 su Gibilterra. Sono arrivati infatti gli applausi per la prestazione offerta al centro dalla difesa georgiana da parte di Saba Goglichidze, che ha giocato dall’inizio fino alla fine mettendo ancora una volta tutte quelle qualità che hanno convinto l’Empoli a investire su di lui.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Primo piano
L’addio

Morte di Mattia Giani, chiesa gremita per l'ultimo saluto al calciatore. La fidanzata: «Sarai sempre la metà del mio cuore»