Il Tirreno

Empoli

Superstrada

Fi-Pi-Li, cantiere sul viadotto a Empoli: corsia chiusa. Quando partono i lavori, i tempi e l’impatto sul traffico

di Danilo Renzullo

	Fi-Pi-Li: il viadotto di Ponzano a Empoli
Fi-Pi-Li: il viadotto di Ponzano a Empoli

L’infrastruttura gravemente danneggiata oltre un anno fa da un camion: cosa c’è da sapere sull’allestimento del cantiere verso Firenze

10 luglio 2024
3 MINUTI DI LETTURA





EMPOLI. Due mesi di chiusura. O meglio, di riduzione, e non soltanto negli orari notturni come predisposto per altri cantieri.

Fino al prossimo 31 agosto la Fi-Pi-Li si “restringerà” nel tratto tra Empoli centro ed Empoli est – per circa 600 metri – per permettere di concretizzare il progetto di risanamento del viadotto di Ponzano, l’infrastruttura gravemente danneggiata oltre un anno fa da un camion. Nella notte tra lunedì e martedì prossimi, su disposizione della Città metropolitana di Firenze (ente gestore della strada di grande comunicazione), in accordo con la Regione Toscana, sarà avviato da Avr (global service di gestione e manutenzione della superstrada) il cantiere di messa in sicurezza sul viadotto Ponzano per permettere la sostituzione di una trave in cemento armato distrutta nel maggio del 2023 da un camion di passaggio nella viabilità sottostante.

«Si tratta di lavori indifferibili per la sicurezza dell’infrastruttura che riguarderanno la sostituzione della trave in calcestruzzo danneggiata con una nuova trave metallica e la ricostruzione della soletta del viadotto al di sopra della trave», spiega la Città metropolitana. «Pertanto – aggiunge l’ente gestore – i lavori si svolgeranno in parte sulla sede stradale e in parte sotto di essa, accedendo dalla viabilità comunale di via di Ponzano».

Gli interventi per la messa in sicurezza «comportano la chiusura della corsia di marcia» tra Empoli centro ed Empoli est per un tratto di circa 600 metri in direzione Firenze, «con durata delle limitazioni prevista per poco meno di due mesi e con conclusione entro il 31 agosto». Una scelta, questa, «al fine di contenere l’impatto sul traffico nel periodo in cui i flussi, in particolare in direzione Firenze, subiscono le fisiologiche riduzioni estive anche se alcuni limitati disagi in termini di code per la seconda metà di luglio risulteranno inevitabili», specifica la Città metropolitana.

«Le lavorazioni – aggiunge l’ente – verranno svolte in due turni e per alcune fasi anche in orario notturno, operando dalla sede del viadotto e dalla viabilità sottostante, con impiego di manodopera e mezzi adeguati ad ottimizzare le attività». A differenza di altri cantieri allestiti sulla superstrada (ad esempio di quello recentemente avviato all’altezza di Scandicci), quello necessario al risanamento del viadotto di Ponzano non potrà, per «la natura strutturale dell’intervento», operare «solo in orario notturno riaprendo al traffico veicolare al mattino».

La chiusura della corsia sarà quindi per l’intera giornata, almeno fino al 31 agosto. Saranno però predisposte «misure e presidi» adeguati per far fronte ad eventuali blocchi del traffico causati da incidenti in prossimità del cantiere.

I lavori, eseguiti da Avr sulla base di un progetto presentato lo scorso febbraio dal global service della Fi-Pi-Li, saranno finanziati per oltre 260mila euro dalla compagnia assicurativa del camion che poco più di un anno fa danneggiò l’infrastruttura. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
Il dramma sfiorato

Viareggio, bimbo di due anni rischia di annegare in piscina: salvato dall’intervento della bagnina

di Roy Lepore