empoli
cronaca

Enogastronomia, cicloturismo e trekking: nell'Empolese Valdelsa ci sono 200mila euro per la promozione

Una veduta dall’alto del centro storico di Empoli

I Comuni del circondario si alleano e presentano un progetto in Regione: previste assunzioni di guide e comunicatori


04 maggio 2022 David Meccoli


EMPOLI. L’Empolese Valdelsa punta sul turismo all’aria aperta, sulle passeggiate e sul cicloturismo. È quanto emerso da un incontro del coordinamento degli assessori al turismo del territorio, al quale era presente anche il Centro studi turistici di Firenze, che ha illustrato le possibilità di un bando pubblicato dalla Regione Toscana.

Questo, con l’obiettivo del rilancio del turismo, prevede un finanziamento totale di 5 milioni di euro per 28 progetti, uno per ogni Ambito turistico della Toscana. L’Empolese Valdelsa lavora in maniera coordinata, su questo fronte, da prima che la Regione formasse gli Ambiti e tutti i comuni del territorio, da Vinci a Certaldo, si sono ritrovati per apprendere le modalità di partecipazione al bando e le possibilità che si aprono in questa fase di ripartenza. La Regione aveva annunciato il bando a inizio aprile al Palazzo dei Congressi di Firenze nel corso di un incontro organizzato assieme ad Anci Toscana e Toscana promozione turistica.

L’obiettivo è quello di programmare al meglio la promozione della stagione turistica appena avviata. I cinque milioni serviranno a finanziare eventi e manifestazioni che possano rendere più attrattive le destinazioni, anche migliorandone la capacità di accoglienza: il tutto coordinando meglio le politiche dei territori con le strategie regionali portate avanti dall’agenzia Toscana promozione. Le risorse saranno distribuite in parte in quota fissa e in parte tenuto conto delle presenze turistiche registrate sul territorio nel 2019 (prima dunque della pandemia).

Della quota fissa, 53mila euro potranno però essere goduti solo se alla parte già finanziata dalla Regione sarà aggiunto almeno un 30% a carico dei Comuni. A conti fatti, con confinanziamenti tra 29mila e 54mila euro a seconda dei territori, vuol dire un contributo regionale per ogni progetto da 151 a 233mila euro (in particolare per l’Empolese Valdelsa è stata calcolata una quota pari a circa 192mila euro). Le azioni potranno riguardare sia la promozione e informazione turistica, sia l’ospitalità e l’animazione. Il sostegno della Regione aiuterà poi a far conoscere in modo diffuso tutta la Toscana. I progetti dovranno essere presentati entro il 12 agosto e la loro durata sarà di 18 mesi, più una eventuale proroga di altri 6 mesi.

Per il nostro territorio sono cominciate a emergere le prime proposte: si parla di creare speciali figure lavorative, di mettere in campo specifiche azioni di comunicazione, di promuovere i percorsi enogastronomici, ma anche la cultura e l’arte (con la possibilità anche di fare da punto di riferimento per i gruppi che volessero visitare le classiche destinazioni toscane, come Firenze, Siena o Pisa). Ma i Comuni del territorio – oltre a una condivisione circa la volontà di partecipare al bando regionale - sembrano aver deciso di voler concentrare le risorse sulla promozione del turismo outdoor, sulla sentieristica e sul cicloturismo. E al prossimo incontro degli assessori al turismo si cominceranno a gettare le basi proprio su queste azioni, da sviluppare a livello di Ambito.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Gruppo SAE (SAPERE AUDE EDITORI) S.p.A, Viale Vittorio Alfieri n.9 - 57124 Livorno - P.I. 0195463049


I diritti delle immagini e dei testi sono riservati. È espressamente vietata la loro riproduzione con qualsiasi mezzo e l'adattamento totale o parziale.