Il Tirreno

Eccellenza

Cecina spera nel regalo di Natale, faccia a faccia col River Pieve

di Michele Falorni
Cecina spera nel regalo di Natale, faccia a faccia col River Pieve

Mister Sebastiano Miano si presenta al Comunale davanti al suo pubblico forte del pareggio ottenuto a Ponte Buggianese, ancora indisponibile Brizzi

23 dicembre 2023
3 MINUTI DI LETTURA





CECINA. Con il faccia a faccia tra Cecina e River Pieve, oggi dalle ore 14.30 allo stadio “Loris Rossetti”, cala il sipario sul girone di andata del campionato di Eccellenza. I rossoblù e le altre formazioni del raggruppamento A recuperano il turno di inizio novembre a due giorni dal Natale, a causa dell’alluvione che devastò non solo la zona di Firenze. Detto questo: mister Sebastiano Miano e la sua pattuglia si presentano in via Giacomo Puccini sostenuti dal pareggio stretto di una settimana fa a Ponte Buggianese. Il punto ha mosso la classifica dopo due sconfitte consecutive, ma viste le operazioni in campo la gara poteva finire in altro modo. Pazienza, nel calcio si vive di presente ed è necessario pensare senza distrazioni a questo pomeriggio, provando a strappare l’intera posta in palio. I rossoblù sono a quota 20, non male per una matricola, anche se manca qualcosa. Il “rodeo” è impegnativo per via delle sfuriate e dei risultati a sorpresa che spesso le avversarie producono. Il tecnico e i suoi tesserati hanno marciato benino, rinunciando a causa degli infortuni – aspetto non trascurabile – a Samuele Modica, titolare nel cuore della difesa e rientrato da poco, e a Matteo Pecchia, di professione centrocampista, ceduto al Gavorrano. Non è un alibi, ma nemmeno una situazione come le altre. La notizia piacevole viene però dai volti nuovi, Lorenzo Cionini e Tommaso Moroni ad esempio, arrivati dalle giovanili. Vedremo nel tempo se la società avrà vinto la sua scommessa, ma aggiungendo al bisogno Diego Ferretti, classe 2007, la rosa è rafforzata. Inoltre, il Cecina è in finale di Coppa Italia e a febbraio contenderà il trofeo regionale in campo neutro a Firenze alla vincente della gara tra Terranuova Traiana e Firenze Ovest in calendario il 30, un giorno prima di salutare il 2023 e prepararsi, a gennaio, a cercare subito la condizione psicofisica. «Attenzione al River Pieve – dice il direttore sportivo Tommaso Orlandini – perché è una buona squadra e l’anno passato, lo ricordo subito, è stata la rivelazione in Eccellenza raggiungendo i playoff. Con il tempo ha aggiunto esperienza e inoltre il sodalizio conta su un allenatore preparato, Pacifico Fanani, e su uno dei migliori centrocampisti del girone, Giacomo Cecchini. Sarà battaglia e dovremo gestire le operazioni. Non avremo ancora Andrea Brizzi, che spero di recuperare a gennaio. Proviamo a vincere». Sono rientrati Samuele Modica e Tommaso Lorenzini nel cuore della difesa. Vedremo se e come mister Miano li impiegherà, però Modica soprattutto potrebbe scavare la differenza dopo il forzato stop dall’inizio della preparazione dovuto ai problemi di schiena. I padroni di casa provano a girare aggiungendo altri punti. Gli ospiti sono a 18 e non mostrano timori reverenziali dopo le quattro reti segnate domenica passata alla Pro Livorno Sorgenti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Primo piano
L’inchiesta

Crollo all’Esselunga di Firenze, gli investigatori si concentrano sul “dente” della trave: cos’è e perché potrebbe aver ceduto – Video

di Matteo Leoni
Le nostre iniziative