Il Tirreno

In tv

Bolt, il cane star di Cecina protagonista nel film con Lillo e Geppi Cucciari in uscita su Amazon Prime

Bolt durante le riprese del film e in un momento spensierato
Bolt durante le riprese del film e in un momento spensierato

Il Border Collie di Gianni Orlandi: «È stato bravissimo, perfettamente a suo agio sul set e coccolato da tutti»

24 aprile 2024
3 MINUTI DI LETTURA





CECINA. Bolt, il Border Collie di Gianni Orlandi del team Go Dog Agility, si prepara anche a firmare autografi. Perché è diventato anche una stella del cinema. È infatti in uscita giovedì 25 aprile su Prime Video il film che lo vede protagonista canino al fianco di Lillo e Geppi Cucciari. “Gli addestratori” è la storia di Pasquale (Lillo) e di come tenterà di riprendersi l’amato cane Cecchino, interpretato da Bolt, aprendo un centro di addestramento cinofilo. «Bolt è stato bravissimo, perfettamente a suo agio sul set, coccolato e venerato da tutti, attori e produzione».

Le riprese
Le riprese sono state fatte tra giugno e luglio 2023, in diverse ville romane, ma Gianni Orlandi ha cominciato a lavorare ancora prima con gli attori che avrebbero poi dovuto guidare Bolt nel film. Lui e Matteo Allegri, suo collaboratore nel team, compaiono nel film. «È stata una bella sfida – racconta – e per questo ringrazio Massimo Perla, educatore cinofilo e volto noto della tv quando si parla di cani, al quale sono legato dalla passione per questo lavoro e dall’amicizia. Con lui, oltre a questo film, abbiamo in ballo anche altre collaborazioni».

La trama
Rotto il ghiaccio del primo film, adesso Bolt è lanciatissimo. Il primo passo di questa esperienza per Gianni Orlandi è stato “addestrare gli umani” e insegnare loro a lavorare con Bolt. Poi hanno avuto inizio le riprese vere e proprie: l’addestratore cecinese ha lavorato anche con l’altro attore canino del film, un Jack Russel, e ha portato nel film altri “colleghi” cecinesi di Bolt: Django, Zoe (sorella di Bolt) e Iron, tutti border collie. Il film gioca su un equivoco: l’annuncio di un centro di addestramento per cani viene diffuso, per errore, come un centro di “addestramento” per bambini. E Lillo scoprirà suo malgrado che con i piccoli umani le cose sono meno semplici che con i suoi amici a quattro zampe. Bolt è un attore nato: nelle gare di dog dance, la disciplina sportiva che lo ha visto in tandem con il suo addestratore vincere i campionati europei nel 2022, mette in scena delle vere e proprie interpretazioni sceniche.

L’attività sociale
Oltre allo sport e al cinema, per lui c’è anche l’attività nel sociale: addestrato per la pet therapy, una volta al mese fa visita agli ospiti della Fondazione Maffi di San Pietro in Palazzi e di Cecina, anche a chi è nell’unità Stati Vegetativi. Bolt ha otto anni e ogni giorno è al campo di addestramento di Marina di Cecina con il suo addestratore, «È un cane intelligentissimo. Impazzisce per tutto ciò che può prendere al volo e riportare, e non smetterebbe mai di giocare». Perché il segreto di tutto, spiega Orlandi, è nel divertimento. E nell’intesa con il padrone, che poi è soprattutto un compagno. È grazie a quell’intesa che Bolt, anche a distanza, durante le riprese ascoltava le indicazioni di Gianni Orlandi ed eseguiva alla perfezione. «Tutto è costruito sulla base di rinforzi positivi e premi e bisogna imparare a conoscere il proprio compagno di squadra alla perfezione. Non c’è niente di imposto, anzi. Questi cani si divertono e lo può capire chiunque guardandoli».

© RIPRODUZIONE RISERVATA
 

Le ultime
Il decreto

Dal governo via libera al Salva-casa: vetrate e sanatorie, le nuove regole