Il Tirreno

Al primo posto lavoro e ambiente

Al primo posto lavoro e ambiente

Caaf CGIL Toscana: il numero uno dei centri di assistenza fiscale della regione

04 luglio 2024
2 MINUTI DI LETTURA





Tanto per darne un’idea svolgiamo la nostra attività in 172 sedi, abbiamo 223 persone occupate a tempo indeterminato e circa 500 stagionali.

Forniamo servizi di natura fiscale che vanno dall’elaborazione dei 730, alla gestione delle COLF/Badanti; dalle Successioni alla gestione della contabilità per le Partite Iva e molto altro: complessivamente oltre 500.000 pratiche in un anno. Per raggiungere il risultato investiamo per ogni esercizio in almeno 275 ore di formazione che, a seconda dei livelli e delle responsabilità, vanno moltiplicate per il numero degli addetti. Certamente un attività stimolante posta al servizio degli Iscritti e delle Iscritte alla CGIL, ma apprezzata ben oltre i suoi larghi confini, perché capace di aiutare efficacemente i cittadini nei loro adempimenti. Il CAAF della CGIL Toscana è nato 31 anni fa da una felice intuizione della CGIL Nazionale. All’inizio ha operato per mezzo di società provinciali con esso convenzionate per poi evolversi in CAAF operativo regionale: nel 2008 infatti la CGIL Toscana decise di dare unicità al servizio, abbattendo costi, aumentandone l’efficienza e realizzando un’omogeneità del suo operare.

Oggi siamo il CAAF più grande in Toscana in assoluto e quarto in Italia fra i 14 della CGIL.: secondo una recente ricerca sulla soddisfazione dei nostri utenti condotta da un organismo indipendente siamo un’Azienda molto apprezzata da coloro che cercano il nostro aiuto a partire dalla professionalità e dall’accoglienza che li riserviamo. Il merito va a coloro che fin qui hanno lavorato con capacità e abnegazione avendo saputo conciliare la propria competenza con la politica portata avanti dalla CGIL. Un grazie a tutti i professionisti esterni che ci coadiuvano e, soprattutto, a chi guarda a noi con fiducia.

Per informazioni:
www.caafcgiltoscana.it

Primo piano
Il dramma sfiorato

Viareggio, bimbo di due anni rischia di annegare in piscina: salvato dall’intervento della bagnina

di Roy Lepore