Il Tirreno

Choc in centro

Barista accoltella al petto il fidanzato di 28 anni in piazza della Repubblica

di Stefano Taglione
Una pattuglia dei carabinieri (foto d'archivio)
Una pattuglia dei carabinieri (foto d'archivio)

La donna, 20 anni, è stata denunciata dai carabinieri. Subito dopo aver colpito il compagno, di nazionalità tunisina, è svenuta per un malore. In passato lui l'avrebbe picchiata

05 giugno 2024
2 MINUTI DI LETTURA





LIVORNO. Ha accoltellato il compagno in piazza della Repubblica con un fendente al petto. Momenti di terrore all’angolo con via della Pina d’Oro, dove una ventenne italiana (ma di origine etiope) poco dopo le 22 di martedì 4 giugno ha aggredito il fidanzato, finito in ospedale in condizioni per fortuna non gravi. A soccorrere l’uomo – un ventottenne tunisino che in passato conviveva con la donna in via Provinciale Pisana, nella periferia nord della città – i volontari della Svs di via San Giovanni, giunti con un’ambulanza con a bordo il medico del 118 e un secondo mezzo di emergenza.

I soccorritori si sono poi presi cura della ragazza, barista in un locale del centro, che dopo l’accoltellamento è svenuta ed è stata a sua volta accompagnata in ospedale. Sul posto sono sopraggiunti i carabinieri, con una pattuglia della Compagnia di Livorno, che hanno ascoltato la giovane, poi denunciata. Secondo quanto ricostruito in passato, la donna, sarebbe stata picchiata dal convivente. In due occasioni, infatti, si è recata al pronto soccorso lamentando alla polizia di Stato di essere stata pestata dal trentacinquenne, ma non avrebbe mai sporto denuncia. Ora l’ultimo episodio, con la ventenne che lo ha accoltellato. Aggressione che avrebbe potuto avere conseguenze ben peggiori, visto che il taglio era abbastanza profondo e l’uomo ha anche perso molto sangue, ma che per fortuna non avrà conseguenze permanenti per il giovane straniero

Primo piano
Commercio: l’analisi

La scomparsa delle botteghe in Toscana: chiuse 3.500 in undici anni. I numeri, i motivi e i settori che soffrono di più

di Mario Neri