Il Tirreno

Versilia

Pietrasanta, Filippo festeggia quindici anni d’attività da premio Oscar tra le star

di Irene Arquint
Filippo Di Bartola con gli chef Andrea Papa e Andrea Gemignani, con l’attore Luca Calvani e Adrien Brody, attore premio Oscar per il film Il Pianista di Roman Polanski
Filippo Di Bartola con gli chef Andrea Papa e Andrea Gemignani, con l’attore Luca Calvani e Adrien Brody, attore premio Oscar per il film Il Pianista di Roman Polanski

Anche Adrien Brody tra gli ospiti in via Barsanti per i festeggiamenti

27 maggio 2023
3 MINUTI DI LETTURA





PIETRASANTA. Grande festa per celebrare i quindici anni di attività di Filippo. I piatti dello chef Andrea Papa in versione finger food e la musica dal vivo giovedì sera hanno fatto da cornice ai progetti di Filippo Di Bartola che ai due ristoranti (a Pietrasanta e a Forte dei Marmi) ne ha appena aggiunto uno in spiaggia a Tonfano, al bagno Roma. Tra gli invitati non solo clienti e amici, ma anche gli attori Luca Calvani e Adrien Brody (nel 2003 Oscar per Il Pianista di Polansky).

«L’esperienza sulla spiaggia mi riporta a quando a 13 anni facevo il cameriere allo stabilimento balneare di mia zia – racconta l'imprenditore che da quindici anni continua ad investire nella sua Versilia – Da allora tutto è cambiato, ma alla fine forse non è cambiato niente. Ecco perché ho optato per una proposta basata su freschezza e semplicità».

Motivo per cui il menù dei pranzi in spiaggia (la sera sarà riservata ad eventi) prevede ricette simbolo come lo spaghetto alle arselle, il tagliolino Roma (una trabaccolara rivisitata), insalate e focaccine, in una rotazione giornaliera in cui a dettar legge sarà l'offerta del mercato. Cresciuto in sala alla pluristellata Enoteca Pinchiorri di Firenze, quindi sotto l'ala di Lorenzo a Forte dei Marmi che reputa un grande maestro di stile, Filippo è preoccupato per il futuro della sua professione. Soprattutto in Versilia, a cui i frequentatori chiedono l'attenzione che ti aspetteresti da un sarto che cuce i vestiti su misura, nel rispetto delle tipicità.

«Sta arrivando una sorte di colonizzazione del territorio da parte di grandi gruppi che potrebbero trovarsi qui come in qualsiasi altra parte del globo – si rammarica Filippo Di Bartola, partito quindici anni fa con la prima insegna nel centro storico di Pietrasanta, dove oggi affaccia in via Barsanti – sono sempre meno i professionisti nati e cresciuti qui, che conoscono e sono mossi dal piacere di promuovere il territorio e chi vi lavora fornendo una materia prima unica».

Per cui la festa che ha organizzato giovedì sera in via Barsanti è stata anche un omaggio e un grido di allarme a un modo di fare accoglienza che in Versilia fa la differenza, ma che fatica a riconoscersi nel cambio di testimone delle nuove generazioni imprenditoriali. Lui però non si arrende e va avanti, proseguendo nei due locali di Forte e Pietrasanta, rilanciando anzi con il ristorante al mare, ma anche nel progetto che lo ha visto protagonista lo scorso Pitti a Firenze. "Pitti Immagine ci ha chiesto di tornare a curare la ristorazione anche nell'imminente edizione di giugno, raddoppiando le postazioni – racconta Di Bartola – attività che lo scorso anno ci fece atterrare a New York e a novembre ci chiamerà per un evento a Miami. La nostra arma? L'atmosfera confortevole, i sapori di casa, l'empatia».

Primo piano
La decisione

Studenti manganellati a Pisa e Firenze: rimossa una dirigente del reparto mobile

Le nostre iniziative